Questo seminario di critica cinematografica si rivolge ad appassionati di cinema che vogliano approfondire le tematiche in esso trattate sotto la guida di un critico e saggista esperto e prolifico come Robero Lasagna, collaboratore storico di importanti riviste di critica cinematografica e autore di numerosi libri su differenti autori e tematiche.
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato riportante il patrocinio della Film Commission Regione Campania.

logo Film Commission Regione Campania

Zoom logo

Il corso si svolgerà online in videoconferenza, tramite il programma Zoom.
Non sarà un corso pre-registrato, ma una vera classe interattiva con cui interagire e partecipare, con un docente pronto a rispondere alle domande dei corsisti. Webcam e microfono sono consigliati, ma non necessari: le domande si possono fare anche via chat.
Agli iscritti verranno inviate le istruzioni per collegarsi. Zoom è un programma facilissimo da usare. Scaricatelo da qui.

Struttura del seminario di Critica Cinematografica

In generale

Il corso esplorerà gli sviluppi innovativi e folgoranti di una cinematografia che, dopo la morte di Salvador Allende e l’instaurazione della lunga e sanguinosa dittatura militare (1973-1990), visse la sua prima notorietà internazionale a seguito dell’espatrio di cineasti quali Alejandro Jodorowsky, Miguel Littin, Raúl Ruiz o il documentarista Patricio Guzmán. Oggi, una nuova generazione di cineasti, come Sebastián Lelio e Pablo Larrain, esprime il proprio dissenso e realizza opere intense, in grado di portare in luce il rapporto tra i cittadini e la dittatura politica, smascherando, attraverso il sapore dell’urgenza, ma anche in film raffinati e fuori dagli schemi, sistemi e condizioni sociali che reprimono l’individuo alienandolo.

Dall’addomesticazione degli istinti di Post Mortem (2010), alla brutalità di Tony Manero (2008), alla caduta del regime ed i compromessi con un mercato sempre più globale (No - I giorni dell’arcobaleno, 2012), alle trame del potere che si nasconde e conserva dietro un muro di silenzio (Il club, 2015), alla dittatura dell’immagine in Jackie, sino all’apparizione di un sinistro Pinochet in Neruda (2016): i titoli dei film di Pablo Larrain segnano una traiettoria mirata e precisa in un territorio di ombre che preludono forse a nuove prospettive nell’ultimo lungometraggio, Ema (2019), presentato alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia 2019.

Il cinema di Sebastián Lelio, non meno intenso di quello del connazionale Larrain, trova affermazione in ritratti di donne che affrontano un presente scomodo, dove l’emancipazione e la disobbedienza sono ambiti da perlustrare per uscire dal ghetto della mancanza di libertà. Lelio, regista, sceneggiatore e montatore, si è diplomato alla Escuela de Cine in Cile e ha diretto vari cortometraggi e documentari, il cui esordio, La sagrada familia (2005), è stato presentato al festival di San Sebastián e ha vinto numerosi premi internazionali proprio come i successivi Navidad (2009), presentato in prima mondiale alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes, El año del tigre (2011), in concorso al festival di Locarno, mentre Gloria (2013), applauditissimo al festival di Berlino, ha visto sorgere anche un remake-sequel americano diretto sempre da Lelio, Gloria Bell (2018). La fama internazionale di Lelio, vincitore dell’Oscar nella categoria "miglior film straniero" con Una donna fantastica (2018), e la conferma di Larrain tra i più interessanti autori contemporanei, hanno coronato il percorso in ascesa di una cinematografia stimolante, capace di rischiare, di offrire nuove prospettive, di varcare i confini nazionali e avvolgere motivi universali.

Questo seminario di critica cinematografica è articolato in quattro lezioni secondo il calendario qui pubblicato.
Le lezioni si svolgono dalle ore 19:00 alle ore 21:00.
Al termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Programma delle lezioni

Il corso sarà svolto da Roberto Lasagna, saggista e critico cinematografico, autore di monografie sul cinema e sui registi, direttore artistico del Festival Adelio Ferrero Cinema e Critica.

  1. Primo appuntamento - lunedì 14 settembre (ore 19:00 - 21:00)
    Uno sguardo dal Cile. Dalle origini all’affermazione internazionale.
  2. Secondo appuntamento - venerdì 18 settembre (ore 19:00 - 21:00)
    Registi e motivi del nuovo cinema cileno: Pablo Larrain
  3. Terzo appuntamento - lunedì 21 settembre (ore 19:00 - 21:00)
    Registi e motivi del nuovo cinema cileno: Sebastián Lelio
  4. Quarto appuntamento - venerdì 25 settembre (ore 19:00 - 21:00)
    Larrain e Lelio nella scena del cinema contemporaneo.

A chi si rivolge il seminario di critica dedicato al nuovo cinema cileno?

Questo seminario dedicato al nuovo cinema cileno è adatto, per il suo carattere monografico, sia a chi abbia già seguito il nostro corso generale di analisi e critica del film, sia a chi, interessato alle tematiche proposte, voglia avvicinarsi all'analisi del linguaggio cinematografico per acquisire nuove competenze e nuovi strumenti di analisi.

Il docente: Roberto Lasagna

Corso di critica cinematografica - Roberto Lasagna

Roberto Lasagna, saggista e critico, è stato per quindici anni tra i collaboratori della rivista “Duellanti” ed è tra i fondatori della casa editrice Falsopiano. Laureato in Psicologia, in Economia e in Filosofia con una tesi in Estetica del cinema, è autore di brillanti saggi sul cinema e sui registi, tra i quali: Martin Scorsese (1998), America perduta. I film di Michael Cimino (1998), Wenders Story. Il cinema, il mito (1998), Russ Meyer (2000), Al Pacino (2000), Lars Von Trier (2003), Steven Spielberg (2006), I film di Dario Argento (2009), Walt Disney. Una storia del cinema (2011).
Collabora con le riviste "Cineforum", "Carte di cinema on line", "InsideTheshow.it", "Cinecritica" e "Segnocinema".
Nel 2019 ha condiviso con Giorgio Simonelli la direzione artistica del Festival Adelio Ferrero - Cinema e Critica.

Cosa dicono quelli che hanno frequentato il nostro corso di analisi e critica del film?

Come accedere a questo seminario di critica cinematografica?

Per accedere a questo seminario online di critica cinematografica e sul nuovo cinema cileno si consiglia di scrivere all'indirizzo email: corsi@pigrecoemme.com o di chiamarci allo 081 5635188.

Una volta versata la quota di iscrizione di € 50 si riceveranno via email le istruzioni per collegarsi alle lezioni.

Per seguire le video-lezioni in diretta e partecipare è necessario il programma gratuito Zoom.

Corso di Critica cinematografica

Offerte per chi segue più corsi

Valide per chi si iscrive a più di un corso durante lo stesso anno accademico

I nostri docenti

Alla conduzione dei nostri corsi affermati professionisti di settore

La scuola di cinema, televisione e fotografia Pigrecoemme vanta prestigiose collaborazioni con diversi professionisti del mondo del cinema, tra cui: Cesare Accetta, Lucio Allocca, Gianluca Arcopinto, Barbara Barni, Giuseppe Bertolucci, Fabrizio Cestaro, Annalisa Ciaramella, Angelo Curti, Edoardo De Angelis, Gennaro Fasolino, Filippo Gravino, Nicola Guaglianone, Maurizio Gemma, Liliana Ginanneschi, Claudio Grimaldi, Ugo Lo Pinto, Renato Lori, Lorenzo Peluso, Cristina Pittalis, Luciano Stella, Paola Tortora.

Le nostre produzioni

Documentari, lungometraggi, cortometraggi, videoclip, video d'artista, eventi.

Pigrecoemme è attiva nella produzione di audiovisivi (lungometraggi, cortometraggi, documentari, videoclip, videoarte, video istituzionali), nell'organizzazione di mostre di arte contemporana e di eventi culturali, rassegne sul cinema e sulla critica cinematografica.
Le nostre produzioni e coproduzioni hanno spesso visto il coinvolgimento attivo dei nostri ex allievi e hanno partecipato a festival internazionali, come la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, la Festa del Cinema di Roma e il Napoli Film Festival. Visita la sezione produzioni.

Abbiamo orgogliosamente lavorato con

Case di produzione, enti culturali, enti pubblici