Constatazione speculativa sul fatto che la fotografia tira.

Attraverso il suo sito internet Pigrecoemme si è sempre proposta principalmente come scuola di cinema (dal 2007 la dizione è cambiata in “Scuola di cinema e televisione”).  Animata da un gruppo di lavoro giovane, la nostra struttura non ha mai potuto, né voluto,  disinteressarsi all’impatto del digitale sui linguaggi visivi ed è per questo che, da circa tre anni ormai, Pigrecoemme ha iniziato a proporre corsi di fotografia che ora, oltre ad occuparsi delle basi estetiche, linguistiche e tecniche della “scrittura con la luce”,riserveranno al trattamento digitale delle immagini un intero modulo specifico.

Corso di fotografia

Breve introduzione, questa, solo per poi lasciare qui una semplice constatazione in tre parti: alla presentazione di ieri sono intervenute molte più persone di quante prevedessimo (non bastavano le sedie); i log del sito rivelano sempre più spesso che qualcuno cerca su Google stringhe come “Pigrecoemme Fotografia” o “Corsi fotografia Pigrecoemme”; i corsi di fotografia raccolgono talmente tanti iscritti che ci capita di dover allestire classi separate, cosa questa che non avviene neanche con i corsi di regia che erano, mediamente, i più richiesti fino all’anno scorso.

Come mai, secondo voi, tra la gente la voglia di imparare il linguaggio della fotografia è più diffusa di quella di capire la sintassi del cinema? Solo perché, come talvolta dico a me stesso,  tutti hanno una macchina fotografica? Non mi sembra una rispsta convincente: in fin dei conti ormai (quasi) tutti hanno a casa non solo una telecamera, ma anche un banco di montaggio. Mi (ci) piacerebbe leggere qualche vostra idea sull’argomento nei commenti.

In tanto passo e chiudo, non prima però di segnalarvi il gruppo Fickr Napoli Fotografia  fondato da alcuni dei nostri ex allievi fotografi.
Sì, lo so, sarebbe stato paradossalmente bello se a fondare il gruppo su Flickr fossero stati gli ex allievi di montaggio o di sceneggiatura, ma non può sempre piegare la realtà al proprio perverso senso dell’umorismo.

Il futuro della fotografia tra analogico e digitale

fotografia digitaleSiete tutti invitati all’incontro curato da Luca Sorbo che si terrà mercoledì 9 gennaio 2008 dalle 17,00 alle 19,00 presso la Scuola di Cinema Pigrecoemme – Piazza Portanova 11, Napoli.
Luca Sorbo, analizzando l’evoluzione storica e tecnica della fotografia, cercherà di esplicitare le problematiche che la rivoluzione digitale pone, evidenziandone le potenzialità ed i limiti.
Si analizzeranno le funzioni di Adobe Photoshop per comprendere quali siano compatibili con il linguaggio fotografico e quali possano stravolgerne l’essenza e si cercherà anche di comprendere quale sarà il futuro della fotografia chimica.

Alla fine dell’incontro sarà possibile far visionare i propri portfolio sia per discuterne, sia per poter organizzare un’eventuale mostra.

Luca Sorbo conduce il corso di fotografia di Pigrecoemme.

Vi ricordo che l’incontro è aperto a tutti, non solo agli iscritti ai corsi.

Info: 081 5635188; info@pigrecoemme.com

La Scuola di Cinema e Televisione Pigrecoemme augura buon 2008 a tutta la blogosfera!

Qualche “pazzo”, alla cui identità non sono riuscio a risalire, ha realizzato questo bel pezzo d’arte ASCII nel quale ogni carattere linka ad un blog. Con piacere e stupore scopro che tra i linkati è presente anche il blog di Pigrecoemme, aperto da così poco tempo. La riporto qui per continuare il gioco e per augurare a tutti, bloggers e lettori, uno splendido 2008.

http://blazar.tumblr.com/post/22728108

Il corso di fotografia cresce: parte un modulo sul digitale

Dalla prossima edizione che partirà il 15 gennaio il corso di fotografia di Pigrecoemme, condotto da Luca Sorbo prevederà un nuovo modulo in otto lezioni dedicato all’elaborazione digitale: l’ottimizzazione del colore, della luminosità ed del contrasto delle immagini; come restaurare una vecchia foto; come utilizzare il formato RAW, lavorare con l’H.D.R. e come realizzare delle foto panoramiche saranno alcuni degli argomenti del nuovo modulo che non tralascerà, inoltre, di ragionare su come il digitale ha cambiato il linguaggio fotografico. La data di inizio del nuovo modulo è stata fissata per il 20 febbraio 2008. Il programma, il calendario e tutte le informazioni utili sul corso di fotografia sono qui

E’ uscito il nuovo libro di Renato Lori

scenografia-e-scenotecnicaE’ appena uscito per i tipi della Gremese il nuovo libro di Renato Lori, il quale, oltre a lavorare nel cinema da più di trent’anni e ad insegnare presso l’Accademia di Belle Arti di Catania, conduce il corso di scenografia della Scuola di Cinema Pigrecoemme.

Scenografia e Scenotecnica per il teatro è un volume che guida con chiarezza e precisione il lettore attraverso tutte le fasi del lavoro dello scenografo: dalla lettura del copione alle fasi finali. Grazie anche ad un ricco apparato iconografico il libro risulta di facilissima comprensione per gli studenti, ma anche ricco di spunti interessanti per i semplici curiosi.

Buona lettura a tutti 🙂

Intervista ad Angelo Serio su Cinemaitaliano.info

Angelo SerioIl nuovo ed ottimo CinemaItaliano.info ha pubblicato ieri un’interessante intervista ad Angelo Serio, docente di recitazione cinematografica e direzione degli attori presso la Scuola di Cinema e Televisione Pigrecoemme. Nell’intervista più di un’interessante curiosità sul lavoro del regista salernitano.

Per leggerla seguite questo link.