Situazione critica #15: Pedro Armocida parla di Giuliano Montaldo

171 Condivisioni
situazione critica 15 - Pedro Armocida Parla di Giuliano Montaldo,

Il quindicesimo appuntamento di Situazione Critica – l’iniziativa della Scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli cominciata a maggio 2018 – si terrà on line, sulla piattaforma Zoom (link per la riunione – password: critica15) e in streaming su Facebook, sabato 7 novembre 2020 a partire dalle 16:30.

L’ospite Pedro Armocida parlerà con Rosario Gallone di un regista italiano che ha saputo agevolmente attraversare i diversi linguaggi (dal cinema alla televisione) mantenendo intatto lo stesso sguardo e riuscendo a perseguire l’impegno civile senza dimenticare lo spettacolo: Giuliano Montaldo.

L’iniziativa è realizzata con il contributo della Regione Campania.

GIULIANO MONTADO: UNA STORIA ITALIANA

Giuliano Montaldo e Piefrancesco Favino sul set del film "L'industriale" (2011),
Giuliano Montaldo e Piefrancesco Favino sul set del film “L’industriale” (2011)

Ancora oggi, all’età di 90 anni, Giuliano Montaldo dimostra, nelle sue frequenti e generose sortite pubbliche, di aver mantenuto intatti la curiosità e l’interesse verso il mondo che ci circonda. A quasi 60 anni dal suo esordio alla regia (e con un ritorno alle origini da attore propiziato da Francesco Bruni nel suo Tutto quello che vuoi), Montaldo sembra avere ancora tanto dire. Giusto quindi l’omaggio resogli dal Festival del Nuovo Cinema di Pesaro e dal volume Giuliano Montaldo: una storia italiana curato da Pedro Armocida, che del Festival di Pesaro è direttore artistico, e Caterina Taricano, uscito per i tipi della Marsilio.  

 

Giuliano Montaldo: una storia italiana
Copertina del volume

«Montaldo ha lavorato in tutti e cinque i continenti e con i più grandi nomi del panorama internazionale come, tra gli altri, Gian Maria Volonté, John Cassavetes, Ennio Morricone, Elio Petri, Edward G. Robinson, Philippe Noiret, Nicolas Cage, Ingrid Thulin, Klaus Kinski, Burt Lancaster, Rupert Everett. E questo perché è prima di tutto un grande sperimentatore, un “pioniere” che non ha mai avuto paura di essere il “primo”, uscendo molto spesso dagli schemi precostituiti, imboccando strade impervie o trattando temi scomodi e personaggi controversi. I suoi film – da Tiro al piccione a Sacco e Vanzetti, da Gli intoccabili a Marco Polo, ma anche i progetti mai realizzati – sono lì a testimoniarlo. Un artista eclettico, che ha fatto della sua arte il suo impegno politico, e dei suoi film, ancora oggi, il migliore manifesto contro l’intolleranza»

(dalla quarta di copertina del volume Giuliano Montaldo: una storia italiana)

L’OSPITE

pedro armocidaPedro Armocida (Madrid 1971), laurea in Lettere alla “Sapienza” di Roma, è saggista, giornalista professionista, critico cinematografico e docente universitario a contratto. Collabora con Ciak, 8 ½, Film Tv e Il Giornale.

È direttore artistico della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, membro del comitato direttivo dell’Associazione Festival Italiani di Cinema (AFIC), segretario generale del Sindacato Critici Cinematografici Italiani (SNCCI).

È docente a contratto di “critica cinematografica” del Corso di laurea magistrale in “Teatro, danza, cinema, arti digitali” presso l’università Sapienza di Roma.

È componente della giuria ristretta dei documentari del Premio David di Donatello.

È componente, in qualità di “esperto” su nomina del Ministro per i beni e le attività culturali e del turismo, della sottocommissione Sviluppo e scrittura per i contributi selettivi di opere cinematografiche e audiovisive.

Ha curato, da solo o insieme ad altri, diverse pubblicazioni, tra cui:

Ieri, oggi e domani. Il cinema di genere in Italia, Marsilio, Venezia, 2019
L’attore nel cinema italiano contemporaneo. Storia, performance, immagine, Marsilio, Venezia, 2017
Romanzo popolare. Narrazione, pubblico e storie del cinema italiano negli anni duemila, Marsilio, Venezia, 2016
Esordi italiani. Gli anni Dieci al cinema (2010-2015), Marsilio, Venezia, 2015
Il cinema argentino contemporaneo e l’opera di Leonardo Favio, Marsilio, Venezia, 2006
Oltre la frontiera. Il cinema messicano contemporaneo, Revolver, Bologna, 2004
Cinema in Spagna oggi, Lindau, Torino, 2002

COME PARTECIPARE ALL’INCONTRO

La partecipazione all’incontro (sabato 7 novembre 2020 a partire dalle 16:30) è gratuita e può avvenire, in modalità interattiva in due modi:

  1. Attraverso la piattaforma Zoom tramite questo link (la password è critica15 e possono accedere massimo 100 persone)
  2. In streaming via Facebook a questo link.

L’accesso al meeting è gratuito e aperto a tutti. 

IN DIRETTA

The following two tabs change content below.
Profilo redazionale. Pigrecoemme è la prima scuola di cinema, televisione e fotografia di Napoli.
171 Condivisioni

Commenta questo post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti sei iscritto alla nostra newsletter?