Megaris e Piccola Asia mercoledì al Lanificio 25

megarisVi avevamo già parlato di “Piccola Asia” e di “Megaris”, due corti diretti dai due nostri ex allievi Paolo Letizia e Guglielmo D’Aniello. Dopo la triennale di Milano i due lavori saranno presentati anche al pubblico napoletano mercoledì 4 giugno alle ore 21:00, in occasione del tradizionale contenitore settimanale “Pagina Bianca”, ideato dal Lanificio 25 (Piazza E. De Nicola).
“Megàris” è un cortometraggio di finzione diretto da Guglielmo D’Aniello: una micro-allegoria in alta definizione sul tema dell’emergenza rifiuti in Campania, che, come sostiene il regista, mette in sequenza documentario e allegoria senza mescolare le due parti tenute insieme dal personaggio della sirena.
Dopo “Megaris” sarà proiettato “Piccola Asia”, un corto satirico sullo stesso argomento scritto e diretto da Paolo Letizia e Ettore Nigro per una produzione di Teen Theater e Scuola di Cinema e Televisione Pigrecoemme.
Al termine delle proiezioni gli autori incontreranno il pubblico.

Ex allievi alla Triennale di Milano

Piccola AsiaI cortometraggi Piccola Asia e Megaris, diretti rispettivamente dai nostri ex allievi Paolo Letizia e Guglielmo D’Aniello e coprodotti dalla Scuola di Cinema Pigrecoemme sono da oggi, venerdì 23 maggio 2008, in mostra presso la Triennale di Milano nell’ambito di “Numero Due”, terza edizione di una delle iniziative di inCONTEMPORANEA, la rete dell’arte promossa dalla Provincia di Milano.
I due corti affrontano, in maniera diversa, il tema dell’emergenza rifiuti a Napoli.

Complimenti a Paolo e Guglielmo, quindi! 🙂

Ex allievi di Pigrecoemme in carriera vanno al Sundance

Ilaria De MartinisCi fa piacere comunicare a chi ci segue che la nostra ex allieva Ilaria de Martinis (nella foto) ha lavorato come assistente alla regia in Riprendimi, di Anna Negri, unico film italiano selezionato per l’edizione 2008 del Sundance, il festival dedicato al cinema indipendente fondato da Robert Redford.

Selezionato per partecipare in concorso nella sezione World Cinema, il film della Negri prodotto da Francesca Neri “racconta le tragicomiche vicende di una separazione attraverso la forma narrativa del ‘mockumentary’, cioe’ del finto documentario”.

Ilaria de Martinis ha in precedenza lavorato, come segretaria di produzione, in Piacere, Michele Imperatore di Bruno Memoli e, come assistente alla regia, in
L’amore Proibito di Anna Negri (film per la rai in concorso al Roma Fiction Fest) ed in Il Pranzo Di Ferragosto (2007) di Giovanni Di Gregorio (prodotto da Matteo Garrone).

Ex allievi di Pigrecoemme (ancora)

Un breve post per fare i complimenti al nostro ex allievo Angelo Caliendo che oggi è venuto a dirci che è tra i sedici selezionati al seminario di ammissione del Centro Sperimentale di Cinematografia, sezione fotografia.
Dai partecipanti a questo seminario saranno selezionati gli otto ammessi al corso triennale con Giuseppe Rotunno.

Tra i nostri ex allievi Angelo non è il primo ad essere ammesso al Centro Sperimentale e si unisce alla schiera di quelli che, dopo aver frequentato i nostri corsi,  stanno continuando con successo il loro percorso nell’industria audiovisva.

Ex allievi di Pigrecoemme In Carriera

Il nostro ex allievo Giuseppe Sedia, iscritto con profitto al corso semestrale 2006, ha vinto il secondo premio per le recensioni al Festival di Critica Cinematografica “Ring!”, che si è chiuso ad Alessandria sabato 7 ottobre. Il suo pezzo su Lettere da Iwo Jima, di Clint Eastwood, gli è valso la piazza d’onore nella classifica finale del prestigioso premio intitolato ad Adelio Ferrero.
Di grande caratura la giuria, presieduta da Lorenzo Pellizzari e composta da Vincenzo Buccheri, Antonio Costa, Bruno Fornara, Roberto Lasagna, Nuccio Lodato, Luca Malavasi, Roy Menarini, Paolo Mereghetti, Morando Morandini ed Emiliano Morreale.

Giuseppe l’aveva sempre detto: “Voglio fare il critico” e pare che avesse ragione. Potete leggere alcune sue recensioni su The Others, la testata giornalistica online di Pigrecoemme a cui collaborano gli allievi dei nostri corsi di critica.

Ex allievi di Pigrecoemme al lavoro

un fotogramma del filmVenerdì sera è stato presentato al Madre il mediometraggio “Manuale per i viaggiatori“, di Marinella Senatore: un’operazione di “arte pubblica”, secondo la definizione dell’autrice, che ha visto coinvolti più di trecento attori dilettanti e che ha offerto il proprio set ai visitatori come un laboratorio aperto. Morbidamente sospeso tra la videoarte, il cinema e, talvolta, il videoteatro, questo video (realizzato in digitale) intreccia tasselli biografici ricostruiti visivamente o raccontati da un coro ora in, ora fuori campo, per raccontare di un uomo e, apparentemente, di molti altri. Il mezzo digitale viene utliizzato in tutto il suo canone: split screen, ralenty (mi pare), suoni sovrapposti, montaggio elaborato con tendenza al balzo e alla verticalità di matrice eisensteiniana e ciò che colpisce è soprattutto la cura per la fotografia (Senatore è stata allieva di Giuseppe Rotunno).
Prodotto dal Museo Madre e dall’Accademia di Belle Arti di Napoli, curato da Gigiotto Del Vecchio e dalla nostra vecchia conoscenza Stefania Palumbo, “Manuale per i viaggiatori” ha visto coinvolti, tra i “tecnici”, i due nostri ex allievi Rosanna Loffredo e Stefano Ferraro e sarà visibile al Madre fino al 3 dicembre.

Ti sei iscritto alla nostra newsletter?