Una storia invisibile affronta il problema dell’inquinamento elettromagnetico al NapoliFilmFestival

napolifilmfestival 2011

Il dramma dell’elettrosmog si espande al NapoliFilmFestival. Giovedì 13 ottobre, alle ore 18,10, nella sezione Concorso SchermoNapoli Documentari, ci sarà la proiezione, in prima cittadina, di “Una storia invisibile”, videoinchiesta di Antonio Longo, coprodotta dalla Scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli, sul problema dell’inquinamento elettromagnetico nell’area collinare dei Camaldoli.
Il documentario, con un linguaggio asciutto, ma non meno partecipato e vibrante, racconta la storia di un gruppo di cittadini di Napoli, costretto a sostituirsi agli organi di controllo pubblici, spesso praticamente inesistenti, e a monitorare, con la consulenza della Seconda Università degli Studi di Napoli, lo stato di salute dei Camaldoli.
Obiettivo: fare luce su una serie di strane anomalie presenti sul territorio e spiegarsi, una volta per tutte, come mai, in quella zona, l’incidenza di tumori è così elevata. Intanto a Niscemi, in Sicilia, le istituzioni di un piccolo Comune si battono per una causa analoga.

Antonio Longo, di cui il Napoli Film Festival presenta anche “Midnight bingo“, con “Una storia invisibile” affronta un problema di straordinaria gravità, che affligge Napoli e non solo. L’elettrosmog, infatti, causato, tra l’altro, dalle antenne delle televisioni e delle radio e dai ripetitori dei telefonini, è un fattore di inquinamento umbratile, ma non meno letale di altri.
Causa di malattie e di disturbi serissimi forse, proprio perché a differenza, ad esempio dell’emergenza immondizie, è invisibile, l’inquinamento elettromagnetico non trova nell’opinione pubblica e nel sistema dell’informazione la giusta attenzione e la necessaria indignazione. E, intanto, c’è chi su tutto questo continua, indisturbato, a lucrare.

Oltre che con “Una storia invisibile”, Pigrecoemme è presente in concorso al NapoliFilmFestival, con altre tre coproduzioni.
Di seguito, il calendario delle proiezioni:

  • Venerdì 14 ottobre ore 19,00, per Concorso schermoNapoli corti, Souvenir (Ita, 2011, 15’), di Senny Rapoport, corto finale del corso annuale della  scuola di cinema Pigrecoemme.
  • Sabato 15 h 11,50, per la sezione Concorso SchermoNapoli Scuola, La palla a due punte (Ita, 2010, 30’) di Gaetano Massa.
  • Sabato 15 ottobre ore 16,00, nella sezione Concorso SchermoNapoli, Midnight bingo (Ita, 2011, 27’) di Antonio Longo.

Pigrecoemme invade il NapoliFilmFestival

Dopo aver praticamente monopolizzato l’ Idea Format Tv di San Benedetto del Tronto lo scorso agosto, Pigrecoemme riesce nuovamente ad essere presente al Napoli Film Festival. Ma questa volta con ben quattro lavori nel concorso SchermoNapoli, lavori che ben rappresentano l’eterogeneità del nostro operato.
Nella sezione Corti è stato selezionato Souvenir, diretto da Senny Rapoport, cortometraggio finale del Master di Pigrecoemme dell’anno 2009/2010, mentre nella sezione Scuola ha trovato spazio La palla a due punte del nostro ex allievo Gaetano Massa, montato dal nostro Rosario Gallone e coprodotto da Pigrecoemme.
Altre due nostre coproduzioni, anche queste dirette da un ex allievo, Antonio Longo, sono state selezionate entrambe nella sezione Documentari: si tratta di Una storia invisibile, sull’inquinamento elettromagnetico e Midnight Bingo, menzione speciale per i migliori contributi tecnico-artistici per il soggetto al 2° Cinemavvenire Video Festival e anche all’EtnoFilm Fest di Rovigo.

Appuntamento dal 13 al 18 ottobre a Castel Sant’Elmo. Non potremo non vederci!

Aggiornamento

Dopo un rapido controllo del programma del Festival, risulta che oltre alle nostre coproduzioni, sono presenti nel programma del festival La Currybonara del nostro ex corsista Ezio Maisto e alcuni corti ai quali hanno lavorato nostri docenti: La colpa di Francesco Prisco è stato montato dal nostro docente di montaggio Lorenzo Peluso, mentre la direzione dlla fotografia di Virgo dai colori primari di Egidio Ferrara è del nostro docente di direzione della fotografia Ugo Lo Pinto.
Renato Lori, ancora, che da noi insegna scenografia ha due corti da lui diretti in cartellone:  Il più bel giorno della mia vita, realizzato con il Liceo Scientifico G. Mercalli di Napoli e Scie, del 2010.
Continuando: Lorenzo Cammisa, ex allievo partecipa come sceneggiatore di 108,1 FM dei fratelli Capasso e come regista di Moon of Alabam, nel pluripremiato La colpa di Francesco Prisco hanno lavorato i nostri ex Ilaria De Martinis e Andrea Vettura, in Reset di Gelormini ha lavorato un altro nostro ex allievo: Luigi Iacobelli.

Insomma c’è di che essere soddisfatti. Pigrecoemme fa bene.

Ti sei iscritto alla nostra newsletter?