Dal 25 febbraio Lo spett/attore: stage di approfondimento per attori condotto da Lucio Allocca

Lo spett/attore

L’abbattimento della Quarta Parete – Stanislavskij, Cechov e il teatro d’Arte di Mosca

Uno studio-laboratorio condotto da Lucio Allocca che, in 6 incontri, guiderà i partecipanti alla scoperta della più grande rivoluzione nell’arte dell’attore del secolo scorso.

Quano l’attore “vive” il personaggio fa sì che lo spettatore perda la coscienza di essere a teatro e che la distanza tra palco e platea si accorci fino ad annullarsi.

Attraverso documenti ed esercitazioni, Lucio Allocca introdurrà una ricerca che ha influenzato l’intera arte teatrale del ‘900, da Grotowski a Beck fino a Peter Brook. Senza dimenticare l’influenza sulla recitazione cinematografica attraverso il filtro strasberghiano.

Nel laboratorio intensivo”Stanislavkij, Cecov ed il Teatro D’Arte di Mosca” saranno messi a disposizione degli iscritti, sia per consultazione, sia per studio le seguenti pubblicazioni:

Stanislavskij
La mia vita nell’arte (Casa Usher)
Il lavoro dell’attore su se stesso (Bulzoni)
Il lavoro dell’attore sul personaggio (Bulzoni)
Le mie regie (Ubu Libri)

Vachtangov – La gioia della scena (Il Principe costante)

Henri Troyat – Cechov (Bulzoni)

Aurelio Zanco, A. Villa –  Anton Pavlovič Čechov (Firenze “La voce” 1925″)

Gherardo Casini Editore 1966 –  “Tutto il Teatro di Cechov” (Riccamente illustrato con foto e appunti originali)

Michail Cechov –  La tecnica dell’ attore (Dino Audino )

Claudio Vicentini-  L’arte di guardare gli Attori (Marsilio)

Documenti video:
“Il gabbiano”. Ripresa televisiva negli studi RAI.

Regia di Orazio Costa Giovangigli

“Il giardino dei Ciliegi”. Ripresa televisiva Dal Piccolo Teatro di Milano.
Regia di Giorgio Strehler

  • Dal 25 febbraio al 31 marzo, 6 incontri di 3 ore ciascuno, il Sabato dalle 16 alle 19.
  • Quota di iscrizione: €200

Informazioni allo 0815635188 o scrivendo a corsi@pigrecoemme.com

Ford Real World Challenges: uno studente di Pigrecoemme in finale

Lo scorso dicembre, la scuola di cinema Pigrecoemme è stata contatta dalla Direzione comunicazione e pubbliche relazioni di Ford Italia, affinché coinvolgesse i suoi studenti di cinema in un concorso – Ford Real World Challenges – per la produzione di un video virale, nell’ambito di una campagna pubblicitaria con la quale l’azienda ha deciso di promuovere le sue nuove tecnologie.
Una prima selezione avrebbe stabilito, tra gli studenti di tutte le scuole di cinema italiane, a quali idee affidare un budget di 2.000 sterline per la realizzazione del concept.
Tra i tanti progetti arrivati, Ford Italia ha deciso di selezionarne solo tre, tra cui quello di un nostro studente del corso annuale di cinema: Enrico De Luca, che ha realizzato un divertente e sofisticato spot sul nuovo sistema di parcheggio semiautomatico della Ford, l’Active Park Assist, montato sui nuovi modelli Focus.
Il video di De Luca, pubblicato da pochi giorni sul canale ufficiale di Youtube di Ford Italia, se la vedrà con gli altri video prodotti dagli studenti di cinema di Francia, Germania, Inghilterra e Spagna, per un premio finale di 5.000 sterline.
Inoltre, i vincitori saranno invitati, a spese di Ford, ad assistere alle riprese della nuova campagna pubblicitaria di Ford, e potranno seguire un tirocinio presso il WPP Group, società leader mondiale di comunicazione e marketing.
Complimenti a Enrico, allora, e in bocca al lupo!

Ecco il video.

Workshop di regia con Stefano Incerti il 2 e 3 febbraio

Il workshop di regia condotto presso Pigrecoemme a Napoli da Stefano Incerti (Gorbaciof, L’uomo di vetro, I Vesuviani, Il Verificatore sono tra i suoi film più noti) si terrà quest’anno giovedì 2 febbraio (h 15,30 – 19,30) e venerdì 3 febbraio (h. 10.00 –  14.00  e h. 15,00-19,00).

Se siete interessati, potete ancora iscrivervi.
La quota di partecipazione è di € 250,  e se avete già ferquentato un corso Pigrecoemme avrete diritto ad uno sconto di €50.
Per informazioni: 0815635188 o corsi@pigrecoemme.com.

Pigrecoemme presenta La Trace, reportage sulla storia dell’Institut Français di Napoli

Il servizio culturale dell’ambasciata di Francia ha di recente deciso di unire i vari istituti di cultura presenti in Italia sotto un’unica denominazione: Institut Français Italia. E’ per questa ragione che anche il Grenoble, il prestigioso centro di cultura francese di Via Crispi 86, adesso cambia nome e diventa Institut Français Napoli. Per festeggiare la nuova organizzazione, l’Istituto francese di Napoli ha organizzato una serata speciale, piena di eventi.
Lunedì 30 gennaio, infatti, ci sarà l’inaugurazione di una mostra di Ernesto Tatafiore dedicata a François Villon; alle ore 19, alla sala Dumas, ci sarà la proiezione del video La trace, breve documentario, a cura della Scuola di cinema Pigrecoemme, che raccoglie le testimonianze di intellettuali e di artisti legati alla storia dello storico istituto.
La serata, a ingresso gratuito, proseguirà con un intervento musicale del soprano e fisarmonicista Nicole Renaud e si concluderà con un buffet di specialità francesi.
Approfittiamo dell’occasione per ringraziare pubblicamente Fabrice Morio, direttore artistico dell’istituto, con cui da due anni collaboriamo con entusiasmo, per aver scelto ancora una volta la nostra struttura per questa importante manifestazione.

Il corso di Scrittura TV parte il 3 febbraio

A causa dello sciopero generale dello scorso 27 gennaio, il corso di Scrittura TV partirà con una settimana di ritardo, ovvero venerdì 3 febbraio. Approfitto dell’occasione per ricordare che, ancora per pochi giorni, sono aperte le iscrizioni.
Intanto, ci fa piacere informarvi che, con gli studenti del corso dello scorso anno, abbiamo appena terminato le riprese di una webserie, con cui saremo presto online.
Il progetto, nato all’interno del corso, si basa su un format innovativo, che ha di recente suscitato l’interesse di un’ammnistrazione pubblica della provincia di Caserta, che ci ha commissionato la prima serie. Cinque puntate, in fase di post-produzione che, con un linguaggio divertito e leggero, si occuperà di un problema decisamente serio. La cosa che ci sembra interessante sottolineare è che gli ex studenti, in questo modo, si sono subito trovati coinvolti in una vera e propria produzione che, oltre a presentarsi come un ulteriore tassello del percorso formativo, ha rappresentato una concreta occasione di lavoro. Ma molto presto ne saprete di più.

Storia permanente del cinema. Al Pan ancora film gratuiti

Riparte martedì 17 gennaio, negli spazi del PAN – Palazzo delle arti di Napoli, in via dei Mille 60, la rassegna Storia permanente del cinema.
L’evento, a cura della Scuola di cinema Pigrecoemme, della Mediateca S. Sofia del Comune di Napoli e del regista Marcello Sannino, in collaborazione con la Mediateca Il Monello, presenta, a ingresso gratuito, un ciclo di oltre cento film, in lingua originale con i sottotitoli in Italiano, per tre giorni a settimana: dal martedì al giovedì, con proiezioni alle 15, alle 17 e alle 19.

Per quanto riguarda la sezione Temi, lavoro a cui anche questa volta Pigrecoemme è chiamata, vi segnalo la piccola e raffinata rassegna di cinema gotico Pan del diavolo (una chicca su tutte, Gli invasati di Robert Wise), a cura di Rosario Gallone, quella sul metacinema (tra i tanti titoli, imperdibile Il ladro di orchidee di Spike Jonze), a cura di Giacomo Fabbrocino e una selezione di film sul tema dell’ospitalità (da L’ospite inatteso a… L’esorcista!) a cura di Corrado Morra.
Questo nuovo ciclo presenta inoltre una nuova sezione, che si preoccuperà di approfondire temi e suggestioni della Settima arte.
In tal senso, preziosi saranno i contributi dell’associazione FilmOff di Antonio Andretta sul cinema noir americano; e quelli di Diego Del Pozzo e Vincenzo Esposito, che cureranno Rock around the screen. Storie di cinema e musica pop, selezione, che, partendo dall’omonimo libro (Liguori editore), ci accompagnerà in una curiosa ed entusiasmante investigazione dei connubi tra cinema e popular music.
Inoltre, a fine marzo, sarà proiettato ZAUM – andare a parare, a cura di Enrico Ghezzi e della redazione di Fuori Orario, che saranno al PAN il 22 marzo, introdotti dal critico Alberto Castellano.

(scarica il programma stampabile e le schede dei film in pdf)