Storia permanente del cinema al Pan (rassegna ad ingresso gratuito)

Tra le nuove iniziative  culturali ospitate al PAN (Palazzo delle Arti di Napoli), quella dedicata al cinema vede anche la nostra collaborazione.

A cura della Scuola di cinema Pigrecoemme, della Mediateca Santa Sofia e di Marcello Sannino e in collaborazione con la Mediateca di Napoli Il Monello, partirà martedì 15 novembre 2011 la rassegna Filmzone, “Storia Permanente del cinema”: un percorso che, tra grandi classici della settima arte, rarità, film singolari e innovativi e cortometraggi d’autore accompagnerà lo spettatore lungo un’investigazione della Storia del cinema come espressione artistica e come potente strumento mitopoietico e di orientamento nel mondo.
Con un solo obiettivo: quello di tessere, pellicola dopo pellicola, nel coacervo fruttuoso delle mille ipotesi ermeneutiche, un tessuto comune di storie e di riferimenti, perché il cinema è, in fin dei conti, soprattutto, la materia di cui sono fatti i sogni e, ancora di più, l’impalcatura necessaria della nostra memoria condivisa.

Tutti le proiezioni si svolgono al PAN (Palazzo della Arti di napoli) in via dei Mille 60.
L’ingresso è gratuito.

Ecco il programma fino all 22 dicembre 2011.
(scarica il programma stampabile in pdf)

Storie del cinema. Cicli, percorsi, rarità a cura della Mediateca Santa Sofia
Capolavori. I grandi classici della Settima arte a cura di Marcello Sannino
Temi. Ricorrenze e sincronie del cinema a cura della Scuola di cinema Pigrecoemme

Martedì 15 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Mon Oncle (Jacques Tati, Francia, 1958) 120′
Ore 17: Capolavori. Intolerance (David Wark Griffith, USA, 1916) 120′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Germania anno zero (Roberto Rossellini, Italia, 1948) 78′

Mercoledì 16 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. “Ciclo Antoine Doinel”: I 400 colpi (François Truffaut, Francia, 1959) 105′
Ore 17: Capolavori. L’ultima risata (Friedrich Wilhelm Murnau, Germania, 1924) 98′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Stand By Me – Ricordo di un’estate (Rob Reiner, USA, 1986) 89′

Giovedì 17 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. “Ciclo Antoine Doinel”: Antoine e Colette (François Truffaut, Francia, 1962) 29′; Baci rubati (François Truffaut, Francia, 1968) 90′
Ore 17: Capolavori. L’uomo con la macchina da presa (Dziga Vertov, URSS, 1929) 61′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: L’infanzia di Ivan (Andrej Tarkovskij, URSS, 1962) 95′

Martedì 22 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. “Ciclo Antoine Doinel”: Non drammatizziamo è solo questione di corna (François Truffaut, Francia, 1970) 100′
Ore 17: Capolavori. “I corti del fratelli Lumière” (Francia, 1895-96) 15′; “I corti di Thomas A. Edison” (USA, 1894-1896) 5′; Viaggio nella luna (Georges Méliès, Francia, 1900) 8′; Assalto al treno (Edwin S. Porter, USA, 1903) 11′;
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Arrivederci ragazzi (Lous Malle, Francia, Germania Ovest, Italia 1987) 104′

Mercoledì 23 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. “Ciclo Antoine Doinel”: L’amore fugge (François Truffaut, Francia, 1979) 90′
Ore 17: Capolavori. Cabiria (Giovanni Pastrone, Italia, 1914) 120′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Los Olvidados – I Figli della violenza (Luis Buñuel, Messico,1950) 85′

Giovedì 24 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Nodo alla gola (Alfred Hitchcock, USA, 1948) 80′
Ore 17: Capolavori. Nanuk l’eschimese (Robert Flaherty, USA, 1922) 55′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Se… (Lindsay Anderson, UK,1968) 111′

Martedì 29 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Il decalogo I e II (Krzysztof Kieślowski, Polonia, 1989) 120′
Ore 17: Capolavori. Nosferatu (Friedrich Wilhelm Murnau, Germania, 1922) 75′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Gioventù, amore e rabbia (Tony Richardson, UK, 1962) 104′

Mercoledì 30 novembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Il decalogo III e IV (Krzysztof Kieślowski, Polonia, 1989) 120′
Ore 17: Capolavori. Vampyr (Carl Theodor Dreyer, Danimarca, 1932) 72′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Papà… è in viaggio di affari (Emir Kusturica, Yugoslavia,1985) 136′

Giovedì 1 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Il decalogo V e VI (Krzysztof Kieślowski, Polonia, 1989) 120′
Ore 17: Capolavori. M. Il mostro di Düsseldorf (Fritz Lang, Germania, 1931) 96′
Ore 19: Temi. “Infanzia e adolescenza nel cinema”: Sciuscià (Vittorio De Sica, Italia, 1946) 93′

Martedì 6 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Il decalogo VII e VIII (Krzysztof Kieślowski, Polonia, 1989) 120′
Ore 17: Capolavori. Ottobre (Sergej M. Ejzenstejn, URSS, 1928) 80′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: Un angelo è caduto (Otto Preminger, USA, 1945) 98′

Mercoledì 7 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Il decalogo IX e X (Krzysztof Kieślowski, Polonia, 1989) 120′
Ore 17: Capolavori. La fine di San Pietroburgo (Vsevolod I. Pudovkin, 1927) 91′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: Il bandito senza nome (Joseph L. Mankiewicz, USA, 1946) 110′

Giovedì 8 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Lettere da Iwo Jima (Clint Eastwood, USA, 2006) 142′
Ore 17: Capolavori. Ivan il terribile (Sergej M. Ejzenstejn, URSS, 1944) 96′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: La città nuda (Jules Dassin, USA, 1948) 96′

Martedì13 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Flags Of Our Fathers (Clint Eastwood, USA, 2006) 130′
Ore 17: Capolavori. Aurora ( Friedrich Wilhelm Murnau, USA, 1927) 95′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: Il gigante di New York (Jacques Tourneur, USA, 1949) 77′

Mercoledì 14 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Ultimo tango a Parigi (Bernardo Bertolucci, Francia – Italia, 1972) 130′
Ore 17: Capolavori. L’Atalante (Jean Vigo, Francia, 1934) 78′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: Vendico il tuo peccato (Edward Dmytryk, USA, 1949) 96′

Giovedì 15 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. Tempi moderni (Charlie Chaplin, USA, 1936) 85′
Ore 17: Capolavori. Lulu ( G. William Pabst, Germania, 1928) 106′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: Detour (Edgar G. Ulmer, USA, 1945) 67′

Martedì 20 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. “La trilogia di Apu”: Il lamento del sentiero (Satyajit Ray, India, 1955) 86′
Ore 17: Capolavori. Storie di erbe fluttuanti (Yasujiro Ozu, Giappone, 1932) 90′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: Il commissario Maigret (Jean Delannoy, Francia, 1958) 119′

Mercoledì 21 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. “La trilogia di Apu”: L’invitto (Satyajit Ray, India, 1956) 106′
Ore 17: Capolavori. Palcoscenico (Gregory La Cava, USA, 1937) 87′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: I diabolici (Henri-George Clouzot, Francia, 1954) 114′

Giovedì 22 dicembre 2011
Ore 15: Storie del cinema. “La trilogia di Apu”: Il mondo di Apu (Satyajit Ray, India, 1959) 102′
Ore 17: Capolavori. Yoru No Onnatachi – Donne della notte (Kenji Mizoguchi, Giappone, 1948) 74′
Ore 19: Temi. “Le metafore del noir”: Lo spione (Jean-Pierre Melville, Francia, 1962) 108′

L’INFINITO VIAGGIARE APRE IL 13 MAGGIO CON LA MOSTRA DI FOTOGRAFIA DEGLI EX ALLIEVI DELLA PIGRECOEMME

Il festival L’Infinito Viaggiare, alla sua seconda edizione, vuole proporsi come “un suggestivo viaggio artistico e culturale alla scoperta del potere dei luoghi” e vuole farlo attraverso il cinema e la fotografia, articolandosi in tre differenti segmenti: una mostra fotografica, una rassegna cinematografica e una serie di dialoghi con ospiti prestigiosi.

La mostra fotografica, intitolata Tra sacro e profano: i luoghi di culto della città storica di Napoli, sarà allestita nella chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta (via dei Tribunali, 16) dal 13 al 26 maggio (aperta tutti i giorni, dalle 9 alle 18, esclusa la domenica): si compone di 74 fotografie ed è il risultato del laboratorio “Dentro la città storica”, realizzato presso la Scuola di cinema e fotografia di Napoli Pigrecoemme.

Saranno esposte, dunque, le fotografie realizzate dagli allievi del laboratorio, ma anche quelle di ex allievi dei corsi di cinema e di fotografi “esterni”, tutti orientati a una riflessione visiva sul “potere dei luoghi di culto”, che vanno a costituire, nei 74 scatti, altrettanti capitoli di una simbolica Odissea nella città, lungo un itinerario per “frammenti visivi” composto dai molteplici percorsi cittadini possibili che si snodano attorno ai luoghi del potere (politico, religioso, culturale, storico, scientifico, misterico e mitologico).

Da queste suggestioni visive scaturirà una vera e propria “mappa della città storica”, che sarà in distribuzione nei prossimi giorni presso tutti gli infopoint dell’Ente Provinciale per il Turismo di Napoli e consentirà ai turisti di costruire autonomamente i propri personalissimi itinerari eccentrici partenopei. L’inaugurazione della mostra è prevista per giovedì 13 alle ore 18, nella chiesa di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta, dove la storica dell’arte Francesca Amirante guiderà i visitatori lungo questo viaggio visivo oscillante, appunto, “tra sacro e profano”.

L’evento è ovviamente su Facebook, qui.

Anche la rassegna cinematografica Così lontano, così vicino si concentra sulla rappresentazione del potere dei luoghi nelle sue molteplici sfumature reali e simboliche. La rassegna proporrà 20 film, divisi in tre sezioni. Quella principale s’intitola Napoli nel cinema ed è in programma al cinema Ambasciatori dal 13 al 26 maggio; al suo interno vi sarà spazio per la potenza, la magia, il potere evocativo e la suggestione dei luoghi della città, visti e raccontati da cineasti italiani del passato e del presente nei seguenti titoli: Carosello napoletano di Ettore Giannini, Pensavo fosse amore, invece era un calesse di Massimo Troisi, L’amore molesto di Mario Martone, Libera di Pappi Corsicato, Non è giusto di Antonietta De Lillo, La guerra di Mario di Antonio Capuano, Il verificatore di Stefano Incerti, Incantesimo napoletano di Paolo Genovese e Luca Miniero, Vento di terra di Vincenzo Marra.

La seconda sezione cinematografica, I luoghi del cinema europeo, si svolgerà, invece, lunedì 17 e martedì 18 maggio al multicinema Modernissimo, dove si alterneranno la Svezia di Ingmar Bergman (Come in uno specchio), la Germania di Wim Wenders (Così lontano, così vicino), la Bosnia di Emir Kusturica (Papà è in viaggio d’affari), la Francia di François Truffaut (L’uomo che amava le donne), la Spagna di Pedro Almodóvar (Che ho fatto io per meritare questo?) e il Regno Unito di Ken Loach (Family Life), per sei visioni d’autore capaci di trasformare luoghi intimi e personali in elementi condivisi dell’immaginario collettivo contemporaneo.

Terzo e ultimo segmento filmico è quello intitolato I luoghi oscuri, in programma mercoledì 19 maggio al Happy Maxicinema di Afragola: si tratta di un viaggio nella produzione horror contemporanea, attraverso quattro “cult movies” come Picnic ad Hanging Rock di Peter Weir, Le colline hanno gli occhi di Wes Craven, The Others di Alejandro Amenabar e Idi Mikael Håfstörm.

Accanto alla mostra fotografica e alla rassegna cinematografica, completa il denso programma de L’Infinito Viaggiare la sezione dei Dialoghi, prevista come evento di chiusura del festival per mercoledì 26 maggio, alle 20.30, quando al cinema Ambasciatori avrà luogo l’incontro a più voci intitolato I Vesuviani tra passato, presente e futuro: un dialogo sul cinema partenopeo, al quale prenderanno parte, per la prima volta tutti assieme da tredici anni a questa parte, i registi del film collettivo che tante polemiche e discussioni suscitò alla Mostra di Venezia del 1997: così, saranno presenti in sala Antonio Capuano, Pappi Corsicato, Antonietta De Lillo, Stefano Incerti e Mario Martone; e con loro ci saranno anche le attrici Cristina Donadio e Teresa Saponangelo e il produttore Giorgio Magliulo. L’incontro offrirà una ghiotta occasione per fare il punto della situazione e per tracciare le prospettive future di quella che, all’epoca, fu definita – anche ben oltre le intenzioni dei singoli autori – “scuola napoletana”. A seguire, naturalmente, la proiezione de I Vesuviani chiuderà l’edizione 2010 de L’Infinito Viaggiare.

A corto di Idee

16-17 maggio 2009 – Seconda rassegna di cortometraggi indipendenti.

Maiori (SA), Hotel Pietra di Luna, Sala Congressi.

Scadenza del bando: 27 aprile 2009

Per informazioni:
associazionehappyhours@gmail.com

Scarica il bando
Scarica l’entry form

L’associazione culturale senza scopo di lucro “Happy Hours”, organizza la 2° edizione della Rassegna “A CORTO di idee”.
La rassegna è rivolta a TUTTI: filmaker e videoamatori italiani e stranieri, Istituti scolastici, Associazioni e Società che abbiano o meno già prodotto cortometraggi.

Il termine ultimo per inviare le opere è il 27 aprile 2009.

leggi tutto il post per leggere il regolamento.

Continua a leggere