Napoli Film Festival 2015 – Day 1

Napoli film festival 2015 day 1

La prima giornata della 17ma edizione del Napoli Film Festival si presenta come una breve rassegna sul tempo e le sue dinamiche. Sulla sua spaccatura interna e il modo in cui cerchiamo disperatamente di riempirla o nasconderla, seguendo l’età e le occasioni, per poi arrenderci alla sua definitiva presenza.
Sui rapporti che si vestono del linguaggio del tempo, che nascono da un segno e si annullano nella proiezione identitaria.

Continua a leggere

Ecco la vincitrice del concorso “Racconta il tuo amore per il cinema”

Il concorso di PigrecoemmeRacconta il tuo amore per il cinema“, abbinato al cortometraggio L’amore è un segno, scritto e diretto dal nostro Rosario Gallone con gli allievi del Master di cinema e del corso di recitazione, è giunto al termine. Ed ha una vincitrice. Si chiama Chiara Sellitto, è di Napoli e il suo racconto, in 999 caratteri (complimenti Chiara per il preciso rispetto dei termini del concorso!), ci ha colpito perché, in modo originale, ha spiegato quanto una passione, come quella per il cinema e i film, possa entrare dentro la vita di qualcuno, tanto da riempirne una giornata tipo.

Complimenti a Chiara e grazie a tutti quelli che hanno partecipato. E’ stato un piacere leggere di tanti per i quali il cinema conta quanto conta per noi.

Ecco il testo di Chiara, riportato dal post originale.

Apro gli occhi, alzo lo sguardo: Uma mi fissa, abbasso lo sguardo: il mio alluce mi fissa, sussurro ”muoviti!”. Scatto in piedi perché “il mattino ha l’oro in bocca”. Bevo un latte più, scendo. Prendo un cornetto e faccio la diva davanti alle vetrine. All’università il professore esclama “bisogna sconfiggere i cattivi, Gotham ha bisogno del suo vero eroe”, ricordandomi perché faccio legge. Esco. Vedo una busta dell’immondizia. “Questa busta era lì; danzava, con me”ed è investita dal mio pullman. Lo inseguo e la gente grida “corri Chiara!”, lo perdo. Incontro un anziano, è cieco. Gli dico che voglio diventare una persona importante e lui risponde “Vattinni chista è terra maligna!”. Credo abbia ragione. Sul pullman mi trovo un grassone addosso: “ah le calde tette di Bob”. Invio ad Amelie le cartoline del mio Nano in tour per l’Europa. Vado a casa e mi mettono a letto Yann ed Ennio. Il cinema è vita, io sono “una degli insaziabili, una di quelli che si siedono vicinissimi allo schermo”.

Giovedì 18 corti d’autore alla Pigrecoemme

Ambra Angiolini in Insula di  Eric Alexander

Ambra Angiolini in Insula di Eric Alexander

Giovedì 18 ottobre, alle ore 17,00, alla Scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli, serata dedicata alla storia del cortometraggio d’autore, con un’interessante rassegna di film brevi di filmaker aderenti alla FEDIC, la Federazione italiana dei cineclub.

La selezione metterà a confronto quattro titoli degli anni Cinquanta con tre produzioni degli ultimi anni. Filo rosso di tutte le opere, una libertà creatività straordinaria, che al centro ha sempre messo il cinema come strumento di approfondimento emotivo e culturale.

Ecco il film proiettati:

  • Le avventure dell’altro io, regia di Gabriele Candiolo (1955, 11′)
  • Sette minuti, regia di Paolo Capoferri (1959, 9′)
  • La barca bianca, regia di Luigi Nucci (1959, 14′)
  • Nozze d’argento, regia di Massimo Sani e Ezio Pecora (1956, 12′)
  • Insula, regia di Eric Alexander (2010, 19′)
  • Innocenze perdute, regia di Francesco Giusiani (2010, 15′)
  • La preda, regia di Francesco Apice (2008, 18′)

L’evento, in collaborazione con FEDIC e la FICC, la Federazione italiana circoli del cinema, è a ingresso libero, fino a esaurimento posti.

Innocenze perdute di Francesco Giusiani

Innocenze perdute di Francesco Giusiani

Saranno presenti alla serata, Vincenzo Esposito, vicepresidente nazionale della FICC, Giacomo Fabbrocino, responsabile della didattica della Pigrecoemme, Rosario Gallone, docente di Regia, e Corrado Morra, presidente della Pigrecoemme, che, oltre a fornire un approfondimento critico sui film proiettati, illustreranno il nuovo anno di studi della prima Scuola di cinema di Napoli e della Campania. Anno di studi della Scuola di cinema, televisione e fotografia Pigrecoemme, che parte lunedì 22 ottobre, con la prima lezione Master in Cinema. Nove mesi dedicati alla pratica e alla teoria della Settima Arte, con un percorso completo che, da quest’anno, durerà 650 ore.

La Preda di Francssco Apice

La Preda di Francssco Apice

Anche per l’anno accademico 2012/2013, l’offerta di Pigrecoemme – la prima e più prestigiosa Scuola di cinema a Napoli e in Campania – ripropone i suoi collaudati percorsi didattici: i corsi brevi (tra i quali quelli di Regia, Sceneggiatura, Critica e Montaggio); il nuovo corso Filmaker, sei mesi di full immersion nel mondo della produzione cinematografica, ed il corso più coinvolgente ed esauriente: il Master in Cinema, al via il 21 ottobre della durata di 650 ore.

Oltre ai tradizionali moduli sui linguaggi e sulle tecniche del cinema e della televisione (tra i quali ricordiamo il workshop di Regia cinematografica con Stefano Incerti e il corso di Regia televisiva di Antonio Mauriello della RAI) ricordiamo il modulo di Produzione cinematografica a cura di Angelo Curti, quello di Scenografia diretto da Renato Lori e il workshop dedicato alla Direzione della fotografia, condotto da Ugo Lo Pinto.

Cresce intanto il Corso di recitazione cinematografica, un percorso di impostazione accademica, che tra i docenti presenta anche quest’anno uno degli attori italiani di maggiore potenza espressiva, Lucio Allocca. Con lui il regista Angelo Serio e Cristina Florio, che si occuperà della respirazione e della voce nel lavoro attoriale.

Dopo il successo dello scorso anno al Napoli Film Festival, e la co-produzione di Un consiglio a Dio, l’ultimo film di Sandro Dionisio, con Vinicio Marchioni, unico film italiano in concorso al Festival internazionale del cinema di Pesaro, anche quest’anno la Scuola di cinema Pigrecoemme ha organizzato percorsi didattici, che metteranno immediatamente a contatto gli studenti con l’esperienza creativa e realizzativa del cinema, coinvolgendoli nelle proprie produzioni.

Pigrecoemme è a Napoli, in Piazza Portanova 11 (nei pressi dell’Università Federico II al Corso Umberto I). Ricordiamo, infine, che per tutti i corsi di Pigrecoemme saranno rilasciati attestati di frequenza.

Iscrizioni e informazioni al numero 081 5635188 oppure sul web: www.pigrecoemme.com

Una storia invisibile affronta il problema dell’inquinamento elettromagnetico al NapoliFilmFestival

napolifilmfestival 2011

Il dramma dell’elettrosmog si espande al NapoliFilmFestival. Giovedì 13 ottobre, alle ore 18,10, nella sezione Concorso SchermoNapoli Documentari, ci sarà la proiezione, in prima cittadina, di “Una storia invisibile”, videoinchiesta di Antonio Longo, coprodotta dalla Scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli, sul problema dell’inquinamento elettromagnetico nell’area collinare dei Camaldoli.
Il documentario, con un linguaggio asciutto, ma non meno partecipato e vibrante, racconta la storia di un gruppo di cittadini di Napoli, costretto a sostituirsi agli organi di controllo pubblici, spesso praticamente inesistenti, e a monitorare, con la consulenza della Seconda Università degli Studi di Napoli, lo stato di salute dei Camaldoli.
Obiettivo: fare luce su una serie di strane anomalie presenti sul territorio e spiegarsi, una volta per tutte, come mai, in quella zona, l’incidenza di tumori è così elevata. Intanto a Niscemi, in Sicilia, le istituzioni di un piccolo Comune si battono per una causa analoga.

Antonio Longo, di cui il Napoli Film Festival presenta anche “Midnight bingo“, con “Una storia invisibile” affronta un problema di straordinaria gravità, che affligge Napoli e non solo. L’elettrosmog, infatti, causato, tra l’altro, dalle antenne delle televisioni e delle radio e dai ripetitori dei telefonini, è un fattore di inquinamento umbratile, ma non meno letale di altri.
Causa di malattie e di disturbi serissimi forse, proprio perché a differenza, ad esempio dell’emergenza immondizie, è invisibile, l’inquinamento elettromagnetico non trova nell’opinione pubblica e nel sistema dell’informazione la giusta attenzione e la necessaria indignazione. E, intanto, c’è chi su tutto questo continua, indisturbato, a lucrare.

Oltre che con “Una storia invisibile”, Pigrecoemme è presente in concorso al NapoliFilmFestival, con altre tre coproduzioni.
Di seguito, il calendario delle proiezioni:

  • Venerdì 14 ottobre ore 19,00, per Concorso schermoNapoli corti, Souvenir (Ita, 2011, 15’), di Senny Rapoport, corto finale del corso annuale della  scuola di cinema Pigrecoemme.
  • Sabato 15 h 11,50, per la sezione Concorso SchermoNapoli Scuola, La palla a due punte (Ita, 2010, 30’) di Gaetano Massa.
  • Sabato 15 ottobre ore 16,00, nella sezione Concorso SchermoNapoli, Midnight bingo (Ita, 2011, 27’) di Antonio Longo.

Aperte le selezioni per “A CORTO DI IDEE 2011”

L’associazione culturale senza scopo di lucro “Happy Hours”, organizza la 4° edizione della Rassegna di cortometraggi “A CORTO di idee”.

Anche quest’anno la Scuola di Cinema Pigrecoemme assegnerà il premio della critica.

La rassegna è rivolta a TUTTI: filmaker e videoamatori italiani e stranieri, Istituti scolastici, Associazioni e Società che abbiano o meno già prodotto cortometraggi.

Scadenza per la consegna delle opere: 11 febbraio 2011
Proiezioni e Premiazioni: Ravello 26 e 27 Marzo 2011
Sessione Estiva: Maiori
Per ulteriori informazionihttp://www.pigrecoemme.com/a-corto-di-idee/

The Others su GT Channel. La Scuola di cinema e televisione Pigrecoemme in TV

E’ giunta l’ora. L’ora di The Others in tv, intendiamo. Infatti, da giovedì 16 dicembre venerdì 17 dicembre intorno alle ore 23,00 su GT Channel (risintonizzate il decoder) andrà in onda la puntata pilota della rivista di approfondimento cinematografico della Scuola di cinema Pigrecoemme. Ospiti in studio Gaetano Di Vaio e Fabio Gargano di Figli del Bronx. Vedremo immagini tratte da Napoli, Napoli, Napoli di Abel Ferrara; Il loro Natale (altro titolo “ferrariano”), documentario di Gaetano Di Vaio presentato all’ultimo Festival del cinema di Venezia, nella Sezione Controcampo Italiano, e Vomero Travel di Guido Lombardi, anch’esso presente all’ultimo Festival di Venezia nella Sezione cortometraggi.
Il sottoscritto conduttore spera vivamente che diventi per voi un appuntamento irrinunciabile, a partire dal prossimo gennaio. Nonostante lui 😀

A quanti volessero partecipare alla trasmissione con i loro cortometraggi, ricordiamo di scrivere a corti@gtchannel.tv per sottoporre il materiale. A presto.