Parte il 27 gennaio il nuovo corso di “scrittura per la televisione”

Con la chiusura, lo scorso sabato, del ciclo di film sul fantastico, curato, con la nostra collaborazione, insieme ad alcuni dei principali istituti di cultura straniera di Napoli, e con la rassegna della Storia permanente del cinema che continuiamo a cogestire al Pan – Palazzo delle arti di Via dei Mille, possiamo ben dire che, quello che tra poco si chiude, per la Scuola di cinema Pigrecoemme è stato un anno davvero straordinario, culminato con la recente vittoria – grazie a Midnight Bingo di Antonio Longo – del Napoli Film Festival.

Ma le soddisfazioni e i riconoscimenti sono stati veramente tanti, non ultimo quello di vedere come, una volta usciti dalla nostra Scuola, i nostri allievi riescano a ritagliarsi spazi di attenzione e di confronto professionale sempre più autorevoli nel settore dello spettacolo.

Non ultima, in tal senso, la notizia della scorsa estate che vedeva tra i progetti selezionati per gli speed dating dell’Idea Format Tv di San Benedetto del Tronto (primo festival in Italia dedicato alle idee per la televisione e luogo di incontro privilegiato tra autori, registi, produttori e televisioni) ben quattro che provenivano da ex allievi del nostro Corso di scrittura per la televisione, che ripartirà, dal 27 gennaio 2012, con ancora maggiori entusiasmi e passione.

Programma, calendario e approfondimenti li trovate qui.

Se invece volete condividere la cosa su Facebook, e leggere i commenti di chi vi ha già è partecipato, questa è la pagina ufficiale dell’evento.

Anche quest’anno il corso sarà organizzato in 64 ore divise in 32 lezioni. Ad una prima parte teorica, seguirà – a cura della sceneggiatrice Anna Coluccino – un vero e proprio laboratorio di scrittura, in cui i corsisti saranno guidati nella stesura di progetti televisivi originali (serial, format o altro).

Tra i docenti, oltre alla Coluccino e a Rosario Gallone, Giacomo Fabbrocino e al Corrado Morra (gli ultimi tre, come saprete, della Scuola di cinema Pigrecoemme), anche in questa nuova edizione, ci saranno, alcuni prestigiosi professionisti del mondo della televisione e della produzione italiana, tra questi: lo sceneggiatore Fabrizio Cestaro (suoi un gran numero di importanti successi della TV degli ultimi anni, tra cui: I Cesaroni, Elisa di Rivombrosa e Il commissario Rex); Diego Del Pozzo, giornalista del Mattino e autore, tra l’altro, del libro “Ai confini della realtà: cinquant’anni di telefilm americani” (Edizioni Lindau), una delle prime e meglio documentate storie della serialità televisiva americana; Maurizio Gemma, direttore della Film Commission Regione Campania; Benedetta Fabbri (producer Publispei, una delle principali case di produzione di fiction in Italia); Claudio Grimaldi, sceneggiatore e casting director; il regista RAI Antonio Mauriello e la broadcaster Mediaset Cristina Pittalis.

Ancora una cosa: durante il corso, sarà organizzata una visita agli studi RAI di Napoli.
Vi ricordo, infine, che per coloro che hanno già frequentato uno dei corsi di Pigrecoemme, è previsto uno sconto di 50 euro sulla retta complessiva (800 euro invece di 850, divisi in tre rate).

Ma per qualsiasi ulteriore informazione o chiarimento, potete scriverci a corsi@pigrecoemme.com o telefonarci allo 081 5635188.

Idea Format Tv: nutrita la spedizione di Pigrecoemme

L’idea Format Tv di san Benedetto del tronto, o IF TV – primo festival in Italia dedicato alle idee per la televisione e luogo di incontro e scambio tra autori, sceneggiatori, filmaker, registi, produttori indipendenti e network – accoglierà nell’edizione 2011 (22-27 agosto) una nutrita spedizione proveniente dalla Scuola di Cinema, televisione e fotografia Pigrecoemme.
Dei progetti selezionati per gli speed dating, ben quattro provengono da ex allievi del nostro corso di scrittura per la televisione (coordinato da Anna Coluccino): Marco Ferrentino, Paola Savinelli, Carolina Maestro e Celeste Sabatino meritano pubblici complimenti ! 🙂

Anche gli allievi del corso master in cinema hanno trovato il loro spazio all’IF TV. Il cortometraggio di fine corso, da loro appena terminato, è infatti stato concepito come il pilot di una web series ed è stato selezionato per la Pilot Competition!

A Pigrecoemme il 2011 comincia bene!

Il corso di scrittura per la televisione è partito il 21 gennaio

Il corso di scrittura per la televisione è partito il 21 gennaio

Lo avevamo annunciato: il 2011 di Pigrecoemme sarebbe stato un anno ricco di sorprese, di nuove iniziative e di…soddisfazioni. Beh, nelle soddisfazioni ci speravamo più che altro, come è giusto che si faccia quando si decide di investire (non solo economicamente) in un’attività che ci appassiona. Ma è altresì vero che alle soddisfazioni siamo abituati. Quelle che ci danno i nostri ex allievi sia professionalmente che personalmente e quelle di stima di cui godiamo nell’ambiente. Le novità? Molte le conoscete: una trasmissione in Tv, The Others (su GT Channel, canale 667 del DTT, indicato in lista come NTV Music), che ha già avuto ospiti I figli del Bronx (Gaetano Di Vaio e Fabio Gargano) e Toni D’Angelo e dalla settimana prossima finalmente avrà una programmazione regolare; due workshop appena conclusi, quello di Direzione della fotografia con Ugo Lo Pinto e quello di Regia con Stefano Incerti, che sono stati un grande successo per affluenza e gradimento; ultimo, ma non ultimo, il Corso di Scrittura per la Televisione, cominciato ieri, 21 gennaio, con una affluenza che ci auguravamo, ma che non era scontato ci fosse. Segno che se si fanno scelte di qualità, anche se le stesse possono apparire azzardate (aumentare ore, collaborazioni esterne e…necessariamente, costo), si viene premiati. E questo ci incoraggia a fare sempre più e sempre meglio. A proposito: il Corso di Scrittura per la Televisione ha ancora qualche posto disponibile ed è possibile iscriversi fino al 28 gennaio. Per gli eventuali neoiscritti la prima lezione, persa, sarà recuperata.

P.S. E non finisce qui: Dal 24 partiranno i nuovi corsi. Il Semestrale che vi darà la possibilità di seguire i nostri 4 corsi base più regia 2 più la partecipazione al corto finale. E quelli classici:  Lunedì 24 gennaio Analisi e critica, Martedì 25 gennaio Regia televisiva condotto dal regista Rai Antonio Mauriello, Giovedì 27 gennaio Regia, Venerdì 28 gennaio Montaggio (ancora una volta due corsi ed entrambi esauriti) e Sceneggiatura.

Il 14 maggio partirà il corso di Fotogiornalismo e…nel mese di Marzo, oltre alla nostra collaborazione con il festival A corto di idee che quest’anno si svolgerà (il 26 ed il 27 marzo) a Ravello nel prestigioso  Auditorium Niemeyer, una nuova pubblicazione cui Pigrecoemme ha contribuito. Un libro davvero molto divertente, nato su Facebook ed edito dalla Falsopiano, al quale ha partecipato, tra i tanti, anche il sottoscritto.  Ed ancora tanto, tanto altro…

Parte il 9 aprile 2010 il corso di scrittura per la televisione

La televisione? Sarà pure “cattiva maestra”, ma, oggi, con la vitalità produttiva che, soprattutto nei paesi anglosassoni, il broadcast sta mostrando, sembra sempre più opportuno prendere le distanze da qualsiasi tentazione snobistica e demagogica à la Karl Popper e farsi una ragione del fatto che, volenti o nolenti, la televisione abbia quanto meno ampliato, e in maniera del tutto imprevedibile e interessante, la sua sfera di influenza e, diciamola tutta, di pervasività. D’altro canto, a voler confutare i diffusi (e spesso banali) pregiudizi nei confronti della televisione, basterebbe ricordare che l’elettrodomestico in questione è pur sempre un medium e che la posizione mcluhaniana (l’ormai proverbiale “il medium è il messaggio”) ha a che fare più con l’estetica che con l’etica. Il contenuto, la morale, sono dell’uomo, cioè dell’autore, e non aspetti precipui del linguaggio audiovisivo.

Ora, a proposito di estetica, è innegabile che, dall’America all’Italia, in questi anni si assista ad un proliferare di serie televisive, sovente di grande richiamo. Soprattutto Oltreoceano, il piccolo schermo si presenta come un luogo in cui è possibile sperimentare, addirittura più che al cinema. Si pensi alla struttura rizomatica di Lost, o, dal punto di vista della commedia, alla gestione sapiente dei rapporti tra testo e paratesto in una sit-com di successo come How I Met Your Mother. Insomma, televisione come spazio di confronto collettivo in cui trattare pure argomenti “scomodi”. Esempi? La mafia nei Soprano; la morte in Six Feet Under; la corruzione della polizia in The Shield; l’omosessualità in un buon numero di serie, tra cui Queer as Folk, Will & Grace, The L World. Eppure, qui da noi, alla fiction, anche quella di qualità, si chiede ancora di essere solo e sempre accomodante e familiare!
Ma se, come detto, l’attenzione determinante, anche nel caso della televisione, è sull’autore, che cosa significa veramente essere autori per tale mezzo? E quali sono le differenze tra la scrittura di un format televisivo – dal più cerebrale dei talk show al più leggero tra i reality – e quella di una fiction? E, ancora, come si scrive una grande serie?
È da tali considerazioni che prende le mosse il nuovo Corso di scrittura per la televisione di Pigrecoemme, organizzato in collaborazione con la Film Commission Regione Campania, un percorso teorico e pratico che, in 18 appuntamenti, presenterà i motivi e le tecniche fondamentali per diventare sceneggiatori televisivi. Ma il corso si rivolge anche a coloro che, semplici curiosi o appassionati della TV, vogliano avere una strumentazione ermeneutica più puntuale per affrontare, con maggiore consapevolezza, le gioie (e i trucchi) della televisione contemporanea.
Oltre ad un articolato laboratorio do scrittura coordinato da Anna Coluccino, il corso presenta lezioni e approfondimenti a cura di Maurizio Gemma, direttore della Film Commission Regione Campania, Claudio Grimaldi, sceneggiatore e casting director, e dal regista RAI Antonio Mauriello. Oltre che dei docenti di Pigrecoemme Rosario Gallone, Giacomo Fabbrocino e Corrado Morra. Infine, sarà lo sceneggiatore Fabrizio Cestaro, alla cui scrittura si devono alcuni dei più grandi successi di fiction degli ultimi anni, come I Cesaroni, Elisa di Rivombrosa, Il commissario Rex, e il recentissimo Tutti per Bruno con Claudio Amendola, ad affrontare con gli studenti un approfondito seminario-laboratorio di sceneggiatura televisiva che partirà dal case history di uno dei suoi lavori.

Cliccate per leggere il programma completo e l’elenco dei docenti del corso di scrittura per la televisione.