Situazione Critica #3: Vincenzo Esposito racconta la “British Renaissance” degli anni ’80.

situazione critica #3

Continua Situazione Critica, la rassegna di incontri con cui la Scuola di Cinema Pigrecoemme festeggia i 18 anni di attività.

The British Renaissance è stato un fenomeno industriale e creativo che si è sviluppato, in ambito cinematografico, nel Regno Unito nell’arco di un decennio o poco più: gli anni ‘80. Un periodo che ha coinciso, quasi perfettamente, con i tre governi di Margaret Thatcher (1979 – 1990), caratterizzati da forti tensioni sociali e politiche, e segnati dalla recessione e dalla disoccupazione; per non parlare dei tumulti razziali che agitavano le grandi città inglesi e delle guerre alla periferia dell’Impero: una breve e lontana (la guerra nelle Isole Falkland), l’altra vicina e infinita (quella in Irlanda del Nord, “il Vietnam d’Europa”).

UN CINEMA CONTRO

In questo clima generale deprimente, in cui l’unica fede era quella nel libero mercato, il cinema annunciò, invece, in controtendenza e fin dai primi anni di quel lungo decennio, un rinascimento (contro)culturale.
Una nuova leva registica (ma anche di sceneggiatori, attori, produttori, tecnici) ebbe modo di esordire, o di affermarsi, proprio in quell’epoca turbolenta, trovando la via del successo internazionale pur restando lontana dai lidi del mainstream: da Peter Greenaway a Stephen Frears, da Derek Jarman a Neil Jordan, da Mike Leigh e Ken Loach, solo per citare quelli che rappresentarono la punta dell’iceberg.
In realtà, la Renaissance non fu mai un movimento: questi autori avevano poco o nulla in comune, e proponevano stili e concezioni cinematografiche diverse tra loro. Ciononostante, li univa, oltre al paese di origine, una straordinaria vitalità, la voglia di raccontare (talvolta sperimentando) l’epoca di grande trasformazione che stavano vivendo, e l’intenzione di stravolgere la tradizione cinematografica britannica.

Gli Ottanta sono stati gli anni che hanno irrimediabilmente cambiato il volto dell’Europa e dell’Occidente; un passato molto prossimo, durante il quale si è cominciato a plasmare il mondo in cui viviamo. Nessun’altra cinematografia europea ha saputo inquadrare quel decennio con maggior precisione.

V.E.

DOPPIO INCONTRO GIOVEDÌ 27 SETTEMBRE E GIOVEDÌ 4 OTTOBRE

In questi due incontri della rassegna Situazione critica, il 27 settembre e il 4 ottobre 2018, dalle 16:00 alle 19:00, guidati dallo storico del cinema Vincenzo Esposito, guarderemo e riesamineremo il cinema britannico di quel periodo dal punto di vista estetico e politico, ricostruiremo le vicende storiche ed economiche che hanno rappresentato la cornice di quel prolifico rinascimento cinematografico, racconteremo le visioni di alcuni degli autori più importanti, e lo faremo con la consapevolezza che quegli anni sono, in realtà, il nostro “eterno presente”.

COME PARTECIPARE AGLI INCONTRI

Fino a esaurimento posti l’ingresso è gratuito.

È gradita la prenotazione al numero 081 5635188.

Gli incontri si svolgeranno il 27 settembre e il 4 ottobre 2018, dalle 16:00 presso la sede della Scuola di cinema Pigrecoemme (Piazza Portanova 11, Napoli).

The following two tabs change content below.
Profilo redazionale. Pigrecoemme è la prima scuola di cinema, televisione e fotografia di Napoli.

Commenta questo post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.