I 10 migliori Opening Credits cinematografici dal 2000 ad oggi

Gli allievi di Pigrecoemme imparano prima di tutto che non si abbandona la visione di un film prima che i titoli di coda siano finiti. Perché bisogna onorare chi ha lavorato alla sua realizzazione. Ovviamente se queste informazioni sono in testa e ci arrivano accompagnate da un bel brano musicale e da immagini suggestive, creative e interessanti siamo ancora più contenti. Quindi abbiamo fatto una piccola lista dei migliori opening credits cinematografici dal 2000 ad oggi. Perché questo limite temporale? La risposta è semplice: ce ne sarebbero troppi e una lista di soli dieci titoli sarebbe davvero impossibile da stilare.

Il nostro Emanuele Ascione ha stilato un elenco che come sempre non è una classifica né ambisce ad essere definitivo.

1 –  Prova a prendermi di Steven Spielberg (2002)
Ricordate Saul Bass, l’illustratore statunitense celebre per le locandine di film come Intrigo internazionale, Psyco, La donna che visse due volte, Anatomia di un omicidio?  È stato anche il title designer di questi film.
I titoli di apertura del film di Spielberg rendono omaggio a questo graphic designer e rientrano di diritto nei migliori dieci degli ultimi anni. Sono anche stati citati nell’episodio dei SimpsonProva a prenderli – s15e18”

2 – Deadpool di Tim Miller (2016)
Il film del “mercenario chiacchierone” è pieno di citazioni e riferimenti ad altri lungometraggi. Anche i titoli si burlano dei comic movie e della produzione stessa, che si prende poco sul serio e che distrugge le precedenti interpretazioni supereroistiche del povero Ryan Reynolds.
Il film di un cretino, con un perfetto idiota, con una tizia sexy, un cattivo britannico, un’adolescente problematica, un personaggio creato al computer, un cameo inutile, prodotto da degli imbecilli, diretto da qualcuno strapagato.
E non lo diciamo noi.

3 – Django Unchained di Quentin Tarantino (2012)
Nel 1966 esce al cinema Django di Sergio Corbucci con Franco Nero nel ruolo del protagonista. Nei titoli di testa Django trascina una cassa da morto mentre in sottofondo suona “Django” di Luis Bacalov.
Nel 2012 Tarantino per i titoli del suo Django Unchained usa la stessa canzone, la stessa font e relativo colore. Cambiano solo i protagonisti all’interno delle inquadrature. E a noi piace un sacco.

4 –  Mari del sud di Marcello Cesena (2001)
Anche il cinema italiano ci presenta un raro esempio di opening credits interessanti. Mari del sud ha dei titoli di qualità che strizzano l’occhio a quelli di Saul Bass. Avete colto i riferimenti a Psyco? Noi si.

5 Panic Room di David Fincher (2002)
Visto che non potevamo metterci Se7en che è del 1995 si è scatenata una guerra intestina alla Pigrecoemme. C’è chi voleva inserire i titoli di Millennium, chi invece quelli di Zodiac: “questo è più bello, questo è più innovativo, si ma qui c’è una bella CGI, si ma guarda qua come va a tempo la musica.”
Alla fine abbiamo scelto quelli di Panic Room, che sono altrettanto validi. E secondo noi richiamano quelli di Intrigo internazionale.

6 –  Juno di Jason Reitman (2008)
Questo è il caso in cui i titoli di coda che ti fanno venire voglia di vedere tutto il film. Le inquadrature vengono trasformate in una sorta di collage che mostra Juno mentre passeggia bevendo il suo succo d’arancia, il tutto sulle note di All I want is you di Barry Louis Polisar, noto autore di canzoni per bambini. Tutto al posto giusto, no?

7. Casino Royale di Martin Campbell (2006)
Al numero 7 non poteva stare che 007. I credits candidati ad un posto nell’elenco erano due: Vivi e lascia morire del 1973 con Roger Moore ed il brano di Paul McCartney, e Casino Royale del 2006, con Daniel Craig.
Alla fine abbiamo scelto Casino Royale. Chris Cornell con You know my name mette l’accento su degli splendidi credits a tema casinò, con grafiche che richiamano le carte da poker. Insomma, una bella intro per il coraggioso rilancio della storica saga di James Bond.

8 – Spiderman di Sam Raimi (2002)
La massiccia introduzione della grafica 3D nel cinema di quel periodo fa sì che i titoli di testa di Spiderman siano completamente prodotti con questa tecnica. Le ragnatele in cui si incastrano i nomi dei protagonisti si alternano alle immagini del protagonista e del villain.
Da grandi film derivano grandi opening credits.

9 – Mission: Impossile Fallout di Christopher McQuarrie (2018)
La sequenza dei titoli di testa del sesto film della saga con protagonista Tom Cruise nei panni dell’agente segreto Ethan Hunt, è un omaggio alla serie televisive americane degli anni settanta (con i flashforward di sequenze che vedremo) di cui Mission: Impossible fa parte. Tanta azione, breve durata e riarrangiamento del tema classico di Lalo Schifrin.
Questo elenco si autodistruggerà in cinque secondi.

10 – Scott Pilgrim vs. the World di Edgar Wright (2010)
I titoli di testa di Scott Pilgrim sono solo un assaggio dello spettacolo grafico che offre questo film. La canzone dei Sex Bob – omb, band fittizia di cui fa parte Scott, ti fa venire voglia di mettere su un gruppo e di sconfiggere i sette malvagi ex di Ramona Flowers. Di cosa stiamo parlando? Guardate la intro e il film!

 

Commenta questo post

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.