8 maggio: lezione gratuita sulla fotografia in Bianco e Nero

lezione gratuita sulla fotografia in Bianco e NeroLunedì 8 maggio 2017 dalle ore 16,30 alle 18,30, Luca Sorbo – docente del nostro corso di fotografia e curatore degli eventi legati alla fotografia organizzati alla Pigrecoemme – terrà una lezione gratuita sul bianco e nero, riproponendo una la formula che già ha avuto molto successo in  precedenti occasioni.

 Esempi di elaborazione fotografica in bianco e nero

Dal dagherrotipo a Photoshop

Perché raccontare il mondo in scala di grigi? Qual è il modo più efficace per farlo? Attraverso la visione di originali come dagherrotipi, ambrotipi, ferrotipi, albumine, ptatinotipi, stampe al carbone, alla gomma bicromatata, oleotipie e stampe digitali, il workshop rifletterà su come la scala di grigio e il monocromatico è stato utilizzato in fotografia, e analizzerà, anche praticamente, quali sono i mezzi più efficaci per ottenere un b\n da un file digitale con Adobe Photoshop.

Modalità di partecipazione

L’incontro, fino a esaurimento posti, è a ingresso gratuito. La prenotazione è obbligatoria.

Prenotazioni e info al numero 081 5635188.

Continua a leggere

Mostra fotografica di Marco Menduni: “Namibia, viaggio nella memoria primordiale”

Namibia - Marco Menduni

I corsi di fotografia della Pigrecoemme sono per molti un ottimo primo passo verso una carriera professionale e artistica nel settore. Da sempre, tra l’altro, coinvolgiamo i nostri ex allievi in iniziative interessanti o, come in questo caso, siamo lieti di promuoverne il lavoro.
Non potevamo non segnalarvi quindi l’evento che vede protagonista uno dei più talentuosi fotografi che hanno mosso i primi passi nella nostra “aula nera”  e che abbiamo già avuto il piacere di ospitare, come autore, presso la nostra sede.

La mostra

Sabato 1 aprile 2017, alle ore 17:00, si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica di Marco Menduni dal titolo “Namibia, viaggio nella memoria primordiale” presso la sala Loft del PAN, Palazzo delle Arti di Napoli, in via de Mille 60, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli. 
Luca Sorbo, docente di Storia e Archiviazione fotografica all’Accademia di belle Arti di Napoli, nonché presso la Scuola di Cinema e Fotografia Pigrecoemme, è il curatore della personale.

Gli scatti di Menduni  raccontano con approccio antropologico uno dei Paesi africani più interessanti dal punto di vista naturalistico, faunistico ed etnologico, grazie alle numerose ed interessanti popolazioni autoctone: la Namibia.

La mostra, che sarà visitabile fino al 19 aprile 2017, gode del patrocinio morale dell’AMREF (African Medical and Research Foundation), la più grande organizzazione sanitaria no profit presente attualmente in Africa.

Continua a leggere

Sabato 14 gennaio: incontro fotografico con Cesare Accetta

Cesare Accetta

Sabato 14 gennaio 2017, dalle ore 16:30 alle ore 18:00, nell’ambito della rassegna Incontri fotografici, Cesare Accetta sarà ospite alla Scuola di cinema e fotografia Pigrecoemme di Napoli, per dar vita a un incontro in cui racconterà il suo entusiasmante percorso artistico e professionale come fotografo di scena, fotografo di ricerca, direttore della fotografia per il cinema e light designer per il teatro e per mostre d’arte. 

Come partecipare all’incontro

L’incontro, fino a esaurimento posti, è a ingresso gratuito e sarà presentato da Luca Sorbo, curatore dei corsi di Fotografia e di Fotogiornalismo della Pigrecoemme.
Prenotazioni e informazioni al numero 081 5635188.

Cesare Accetta

La carriera artistica di Cesare Accetta (classe 1954) è particolarmente interessante per chi oggi si occupa di fotografia. Radicata nella fotografia tradizionale, la ricerca di Accetta è infatti giunta, senza mai contraddirsi, in quegli obbligati territori contemporanei di sperimentazione in cui la distanza tra immagine fissa e immagine in movimento si è clamorosamente ridotta con il confluire in strumenti simili, se non nel medesimo strumento, della fotocamera e della cinepresa digitale.
Sono esemplari, in questo senso, la mostra “03-010” presentata a Capodimonte nel 2010 e l’opera in collezione permanente al Museo MADRE, “In Luce”: momenti in cui lo sguardo fotografico dell’artista rivela con veemenza il suo anelito al movimento e quindi alla necessità di rapportarsi al tempo, il quale, con la luce e lo spazio, è uno dei tre cardini attorno ai quali si muove l’investigazione dell’artista che, come è noto, non è solo fotografo, ma anche apprezzatissimo direttore della fotografia per il cinema.

Particolarmente degno di nota è il fatto che Accetta si inoltri con successo in questi territori armato solo di una formidabile padronanza del linguaggio espressivo della fotografia, senza fare affidamento sui prodigi tecnologici di cui si avvalgono – ottimamente – artisti come Bill Viola o Studio Azzurro e che però sono forse più passibili di inattesa obsolescenza.

Note Biografiche

Fin dagli anni Settanta Cesare Accetta (Napoli, 1954) applica la sua sperimentazione fotografica al teatro di ricerca, a Napoli e in Italia. E’ fotografo di scena per il Teatro Instabile di Napoli e collabora a lungo con i più importanti gruppi di avanguardia teatrale, tra cui Falso Movimento di Mario Martone, Teatro dei Mutamenti di Antonio Neiwiller, Teatro Studio di Caserta di Toni Servillo, Teatro di Laura Angiulli e Club Teatro di Remondi e Caporossi.

Continua a leggere

Da Porta Nolana a Forcella: passeggiata fotografica con Luca Sorbo.

Da Porta Nolana a Forcella passeggiata fotografica con Luca Sorbo

Ci  incontreremo sabato 21 gennaio 2017  alle 14:00 all’ingresso esterno della Feltrinelli della Stazione Centrale.

Raggiungeremo Porta Nolana e ci immergeremo in uno dei mercati più interessanti e particolari di Napoli. Cercheremo di raccontare con la fotografia la complessa realtà sociale, la stratificazione culturale e le recenti trasformazioni. Poi raggiungeremo Forcella che è un altro quartiere, a volte tristemente famoso, di Napoli e ci confronteremo con un’altra realtà di estrema complessità. Quello che era il regno dei clan ancora oggi è un quartiere di frontiera in cui la vita quotidiana si nutre di profonde tensioni.  La passeggiata sarà un’esperienza molto utile sia per il fotoamatore che per il fotografo esperto, per verificare sul campo le proprie competenze tecniche ed espressive. I luoghi della passeggiata sono importanti cartine di tornasole della città, dei suoi cambiamenti e della sua evoluzione.

Continua a leggere

Lezione gratuita sul formato RAW. 18 gennaio 2017

Lezione gratuita di Fotografia sul formato Raw

Mercoledì 18 gennaio 2017, alle ore 16:00, alla Scuola di cinema e fotografia Pigrecoemme di Napoli, si terrà una lezione gratuita sulle potenzialità del formato Raw  a cura di Luca Sorbo, docente dei corsi di Fotografia e di Fotogiornalismo della Pigrecoemme.

Modalità di partecipazione

L’incontro è gratuito e la prenotazione, fino a esaurimento posti, è obbligatoria.
Prenotazioni e informazioni al numero 081 5635188.

Continua a leggere

Incontro col fotografo Guido Giannini. 17 dicembre 2016.

Guido Giannini Fotografo

Sabato 17 dicembre 2016, dalle ore 16:30 alle ore 18:30, nell’ambito della rassegna Incontri fotografici, Guido Giannini sarà ospite alla Scuola di cinema e fotografia Pigrecoemme di Napoli per dar vita a un incontro in cui racconterà la sua avvincente esperienza di fotografo.

Come partecipare all’incontro

L’incontro, fino a esaurimento posti, è a ingresso gratuito e sarà presentato da Luca Sorbo, curatore dei corsi di Fotografia e di Fotogiornalismo della Pigrecoemme.
Prenotazioni e info al numero 081 5635188.

Guido Giannini

Guido Giannini è il decano dei fotografi napoletani ed è molto noto sia a Napoli, sia a livello nazionale. Incontrarlo può essere un’esperienza molto interessante per i giovani autori, poiché si confronteranno con un modo di vivere la fotografia completamente diverso da quello attuale. Giannini è un deciso sostenitore dell’uso dell’analogico e difende un modo di raccontare e rapportarsi alla città che sicuramente deve interessare i giovani fotografi, troppo spesso più interessati agli aspetti tecnici che a quelli espressivi. Di grande importanza è anche il suo archivio, che conserva una parte importante della memoria della  vita di Napoli.

Continua a leggere