10 film da vedere per un maledetto Natale

10 film per un maledetto Natale

Stanchi di Una poltrona per due (impossibile) e La vita è meravigliosa (impossibile) o di Miracolo nella 34ma strada (possibile)? Bene, noi di Pigrecoemme vi proponiamo una lista di 10 film da vedere in queste lunghe feste ed in cui il Natale spaventi o faccia ridere scorrettamente. Perché possiate davvero ed a ragione maledire il Santo Natale.

Leggi tutto10 film da vedere per un maledetto Natale

Neve – recensione del film di Stefano Incerti

neve-stefano-incerti-2Il settimo lungometraggio diretto da Stefano Incerti sta avendo una vita difficile: snobbato dai festival di Venezia e Roma, rimandato dalla distribuzione un po’ più a lungo del necessario e penalizzato da una promozione insicura, Neve rischia di passare inosservato e di non raggiungere il suo pubblico. Perché sì, questo film ha un suo pubblico ideale che, però, potrebbe non sapere di esserlo: è il pubblico che ama Kaurismaki, il cinema coreano, il cinema francese e in generale il cinema d’autore. Il pubblico che ama confrontarsi e scontrarsi con i film, quello che dell’esperienza in sala vuole essere anche parte attiva.

Leggi tuttoNeve – recensione del film di Stefano Incerti

10 Film del Frat Pack da vedere per diventare Fratter onorario

FRAT PACK

Che cosa è il Frat Pack? Un gioco di parole. Il Rat Pack era la banda formata, nei gloriosi anni ’50/60, da Frank Sinatra, Dean Martin, Peter Lawrence e Sammy Davis jr., quelli di Ocean’s Eleven, per intenderci. Frat Pack, ad essere sinceri, non è neanche il primo gioco di parole, visto che negli anni ’80 fu coniato Brat Pack che indicava il gruppo di giovani attori gravitanti intorno alla neocommedia teen di John Hughes (Breakfast Club su tutti). Frat Pack nasce dopo Old School, film manifesto in cui un gruppo di trentenni, stanco della grigia vita da adulti, decide di tornare al college ed entrare in una confraternita (conFRATernity: ecco l’etimologia del nome), anche se, di fatto, l’origine risale a Zoolander di Ben Stiller. Nel Frat Pack confluiscono comici del Ben Stiller Show, uno dei coautori di questo, ovvero Judd Apatow (creatore anche della serie Freaks & Geeks da cui arrivano nel Pack, Seth Rogen e James Franco), del Saturday Night come Will Ferrell, amici e colleghi come i fratelli Wilson dai set di Wes Anderson, Vince Vaughn e, più di recente, Jonah Hill e Michael Cera. I temi ricorrenti dei film sono l’amicizia maschile, un fancazzismo che si protrae ben oltre l’età consentita ed una certa difficoltà a rapportarsi all’universo femminile, il tutto condotto seguendo coordinate comiche improntate alla scatologia esasperata ed al politicamente scorretto.

Leggi tutto10 Film del Frat Pack da vedere per diventare Fratter onorario

Concorso: 10 film italiani che non fanno disperare per il futuro

La crisi del nostro cinema si spiega non tanto col fatto che si producono prevalentemente commedie, ma in quanto è palese che quelle commedie non siano neanche più in grado di raccontare il nostro paese, cosa che, invece, faceva egregiamente la commedia all’italiana che pure viene tirata in ballo spesso e spesso a sproposito (ricordiamo un arrogante Pietro Valsecchi, in occasione dell’esclusione di I soliti idioti dal Festival di Roma, gridare al reato di lesa maestà commesso dalla selezionatrice Emanuela Martini).

Leggi tuttoConcorso: 10 film italiani che non fanno disperare per il futuro

Interstellar: Cooper è il monolito nero

INTERSTELLAR

Ho aspettato a scrivere la mia su Interstellar. Ho aspettato, prima di tutto, perché avevo bisogno di tenere quelle sensazioni dentro di me per un po’. Ho aspettato per dare modo a molti di vederlo e quindi scriverne senza spoilerare (ma chi non l’ha visto non prosegua, è stato avvisato).

Leggi tuttoInterstellar: Cooper è il monolito nero

10 film necessari per una definizione di noir

10 film necessari per una definizione di "noir"

Il noir non è un genere. Il noir è una categoria critica che nasce nel 1946. Un nome conferito dall’esule italiano in Francia Nino Frank ad un nucleo di pellicole prodotte in America e fortemente influenzate dalle caratteristiche etiche ed estetiche dell’espressionismo tedesco nonché da quelle morali di un esistenzialismo caro ai francesi.

Nel 1972 Paul Schrader, non ancora affermato sceneggiatore e regista, scrive un libro, Notes on Film Noir, in cui limita cronologicamente la vita del noir cinematografico dal 1941 (anno di uscita di Il mistero del falco di John Huston) al 1958 (anno di L’infernale Quinlan).

Ma le noirceur è ben lungi dall’esaurirsi in quell’epoca ed è forse l’atmosfera filmica più resistente, perché se western, horror, fantascienza, alternano stagioni di grande spolvero narrativo ad altre di oblìo, il noir, forse proprio in quanto non genere, non si piega alle mode, ma è sempre lì, informa cinematografie, fasi storiche, politiche.

Questa, quindi, è una lista di film per definire l’indefinibile.

Leggi tutto10 film necessari per una definizione di noir