10 film di cui conoscete meglio il remake

filmdicuiconosciilremake

La pratica del remake è sempre vista con sospetto. Dai cinefili, ma anche dai semplici spettatori di superficie (per dirla con Lino Miccichè). Certo, di fronte ad inspiegabili operazioni quali il reboot di Nightmare o, ancor di più, il rifacimento (quasi) all black  di Funeral Party di Frank Oz (ad opera di un irriconoscibile Neil Labute), è dura confutare questa stigmatizzazione, ma, a volte, il remake è un modo per superare barriere linguistiche e/o di costume. Oppure un’occasione per rifare meglio un film non eccelso per regioni estrinseche (scarso budget, attori non all’altezza, origine televisiva).

Leggi tutto10 film di cui conoscete meglio il remake

I 10 migliori film del 2014 (secondo noi)

migliorifilm2014

Il fatto che tutti, ma proprio tutti, abbiano fatto la loro lista, ci ha fatto dubitare dell’esigenza che ce ne fosse un’altra. Poi abbiamo pensato comunque di stilarne una. Chiaramente ci saranno titoli che avrete trovato anche nelle altre liste ed altri che non abbiamo inserito perché non li abbiamo visti (Godard e Dumont, ad esempio). Altri ancora mancheranno perché secondo noi sopravvalutati (è il caso di Her e Under the Skin, ad esempio). Ci troverete un solo film con Matthew McCounaghey protagonista, perché lui è stato decisamente migliore dei film interpretati (anche quando erano dei buoni film come Dallas Buyers Club o Mud). E non ci troverete Mommy di Xavier Dolan, nonostante sia un gran film. Perché abbiamo amato di più Laurence Anyways che è inedito in Italia e perché si devono operare delle scelte.  E ci sarà una sorpresa finale, fuori lista. Il film più bello del 2014, giunto in extremis. Ma non è piaciuto a tutti.

Leggi tuttoI 10 migliori film del 2014 (secondo noi)

3 film per convincerti a trascorrere il capodanno fuori Napoli

dalessio

Sei ancora in dubbio se trascorrere il capodanno a Piazza del Plebiscito a strapazzarti le orecchie ed a rischiare di bruciare vivo per le lanterne cinesi che saranno imprudentemente accese durante l’esecuzione di “Il falco e la rondine”? Pigrecoemme ti ama e ti dà tre buoni motivi per disertare questo appuntamento. Soprattutto se pensi che a Roma ci sono i Subsonica…

Leggi tutto3 film per convincerti a trascorrere il capodanno fuori Napoli

10 film da vedere per un maledetto Natale

10 film per un maledetto Natale

Stanchi di Una poltrona per due (impossibile) e La vita è meravigliosa (impossibile) o di Miracolo nella 34ma strada (possibile)? Bene, noi di Pigrecoemme vi proponiamo una lista di 10 film da vedere in queste lunghe feste ed in cui il Natale spaventi o faccia ridere scorrettamente. Perché possiate davvero ed a ragione maledire il Santo Natale.

Leggi tutto10 film da vedere per un maledetto Natale

Neve – recensione del film di Stefano Incerti

neve-stefano-incerti-2Il settimo lungometraggio diretto da Stefano Incerti sta avendo una vita difficile: snobbato dai festival di Venezia e Roma, rimandato dalla distribuzione un po’ più a lungo del necessario e penalizzato da una promozione insicura, Neve rischia di passare inosservato e di non raggiungere il suo pubblico. Perché sì, questo film ha un suo pubblico ideale che, però, potrebbe non sapere di esserlo: è il pubblico che ama Kaurismaki, il cinema coreano, il cinema francese e in generale il cinema d’autore. Il pubblico che ama confrontarsi e scontrarsi con i film, quello che dell’esperienza in sala vuole essere anche parte attiva.

Leggi tuttoNeve – recensione del film di Stefano Incerti

10 Film del Frat Pack da vedere per diventare Fratter onorario

FRAT PACK

Che cosa è il Frat Pack? Un gioco di parole. Il Rat Pack era la banda formata, nei gloriosi anni ’50/60, da Frank Sinatra, Dean Martin, Peter Lawrence e Sammy Davis jr., quelli di Ocean’s Eleven, per intenderci. Frat Pack, ad essere sinceri, non è neanche il primo gioco di parole, visto che negli anni ’80 fu coniato Brat Pack che indicava il gruppo di giovani attori gravitanti intorno alla neocommedia teen di John Hughes (Breakfast Club su tutti). Frat Pack nasce dopo Old School, film manifesto in cui un gruppo di trentenni, stanco della grigia vita da adulti, decide di tornare al college ed entrare in una confraternita (conFRATernity: ecco l’etimologia del nome), anche se, di fatto, l’origine risale a Zoolander di Ben Stiller. Nel Frat Pack confluiscono comici del Ben Stiller Show, uno dei coautori di questo, ovvero Judd Apatow (creatore anche della serie Freaks & Geeks da cui arrivano nel Pack, Seth Rogen e James Franco), del Saturday Night come Will Ferrell, amici e colleghi come i fratelli Wilson dai set di Wes Anderson, Vince Vaughn e, più di recente, Jonah Hill e Michael Cera. I temi ricorrenti dei film sono l’amicizia maschile, un fancazzismo che si protrae ben oltre l’età consentita ed una certa difficoltà a rapportarsi all’universo femminile, il tutto condotto seguendo coordinate comiche improntate alla scatologia esasperata ed al politicamente scorretto.

Leggi tutto10 Film del Frat Pack da vedere per diventare Fratter onorario