Calcutta e i Regi Lagni nelle foto di Menduni e Palermo

menduni-palermo

Sabato 28 marzo, alle ore 16:00, per la rassegna Incontri fotografici, la Scuola di cinema e fotografia Pigrecoemme di Napoli presenta, nella sede di Piazza Portanova 11, il lavoro di due giovani fotografi: Marco Menduni, con un suggestivo reportage tra le luci e le ombre di Calcutta, e Nicola Palermo, con un’approfondita testimonianza sull’allucinante inquinamento dei Regi Lagni sul Litorale domizio.

Modalità di partecipazione

L’incontro, fino a esaurimento posti, è a ingresso gratuito e sarà presentato da Luca Sorbo, curatore dei corsi di Fotografia e di Fotogiornalismo della Pigrecoemme.

Prenotazioni e info al numero: 081 5635188.

L’incontro

Foto di Marco Menduni

Foto di Marco Menduni

La Calcutta fotografata da Marco Menduni è perfettamente riassunta da una nota frase dello scrittore Giorgio Manganelli: “Una allegoria, un labirinto, un incubo, una rivelazione.”
Città-antinomia, Calcutta tiene insieme l’orrendo e il sublime, la gioia e lo sconforto, il passato e il futuro, la ricchezza e l’indigenza fuse con incredibile naturalezza in uno stupefacente ed ipnotico caleidoscopio. E le foto di Menduni stanno al gioco lasciandosi incantare dagli sguardi dei suoi abitanti, dagli scorci vertiginosi sulla ricchezza e le contraddizioni di questa città, senza giudizio, ma sempre pronto a farsi rapire dalle sue ombre e a ritrovarsi nella sua luce.

Foto di Nicola Palermo

Foto di Nicola Palermo

Più articolato il lavoro di Nicola Palermo che alla Pigrecoemme presenterà il video “Segui il fiume e troverai la tua casa”, un reportage sulla drammatica situazione in cui versano i Regi Lagni sul Litorale domizio, che tiene insieme gli scatti di Nicola Palermo, montati da Franco Spinelli, con la voce narrante di Arturo Delogu, e un racconto di fantasia scritto da Roberta Muzio. La terra raccontata da questo video è il simbolo doloroso di un enorme fallimento: un’opera nata per migliorare e bonificare la Campania Felix, per difenderla dalle inondazioni ma che, alla fine, è stata il mezzo per ferirla a morte. Un viaggio nell’inferno del nostro mondo, che alla si apre però alla luce: l’oasi dei Variconi, un eden che annuncia che forse è ancora possibile salvare questa nostra terra e, con essa, noi stessi.

Gli autori

Marco Menduni nasce a Napoli nel 1972. Il suo approccio fotografico si propone come sintesi di due grandi interessi: il viaggio e l’incontro con l’altro. Questo secondo aspetto si manifesta con forza ed immediatezza nei ritratti, con i quali riesce a stabilire, anche se per un attimo, un contatto con il soggetto. Successivamente, il suo lavoro vira verso un taglio più fotogiornalistico, dedicandosi maggiormente al reportage sociale.

Nicola Palermo lavora presso l’Agenzia NATO dei Servizi delle Comunicazioni (NCI Agency) al Lago Patria come responsabile del Cerimoniale e della Pubblica Informazione. Fotografo ufficiale, ha documentato per un decennio tutti gli Eventi di carattere nazionale e internazionale dell’Agenzia, creando un archivio storico fotografico. Membro del comitato civico DifendAtella del Coordinamento Comitati Fuochi ha preso parte attiva a tutte le manifestazioni contro i roghi e rifiuti tossici raccontando lo scempio che stava avvenendo nell’area della cosiddetta “Terra dei Fuochi”.

The following two tabs change content below.

Corrado Morra

Docente di sceneggiatura a Pigrecoemme
Esperto di arti visive e di cinema, insegna Sceneggiatura alla Scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli, di cui è tra i fondatori.