I 10 film più insignificanti del 2016

10-film-piu-insignificanti

Fine anno: tempo di classifiche. I 10 film migliori. I 10 film peggiori. Nessuno che pensi a quei film che non hanno neanche la dignità dell’essere brutti. Semplicemente non servono, sono inutili e non si capisce perché siano stati fatti.

1 – Il cacciatore e la regina di ghiaccio di Cedric Nicolas-Troyan

Che il supervisore agli effetti speciali del già poco imprescindibile Biancaneve e il cacciatore sia stato promosso a regista del sequel, la dice lunga su quanto interesse suscitasse il copione anche sui produttori.

2 – La quinta onda di J Blakeson

Lo young adult ha già esalato l’ultimo respiro con GiverIo sono il numero 4Shadowhunters, ma nessuno se ne è accorto.

3 – Gods of Egypt di Alex Proyas

Qualcuno avrebbe dovuto avvisare Proyas che dopo il sequel del remake di Scontro tra Titani  e Immortals, le divinità pagane sono cinematograficamente una iattura.

4 – Batman vs SupermanDawn of Justice di Zack Snyder

L’hype in negativo più grosso del 2016 (Ben Affleck in tuta da Batman?) si è risolto in un nulla di fatto perché Snyder non ha avuto neanche il coraggio della bruttezza totale come con Sucker Punch.

5 – Ti amo Presidente di Richard Tanne

Intendiamoci, a prescindere dal disinteresse fisiologico di un biopic del genere, ne avremmo capito i motivi propagandistici quattro anni fa, ma alla fine del secondo mandato di Obama non ne intuiamo lo scopo.

6 – On Air – Storia di un successo di Davide Simon Mazzoli

Se non capiamo le ragioni di un biopic sul Presidente Usa uscente, figuratevi quanto possano essere chiare le motivazioni di una biografia di Marco Mazzoli con annessa storia dello Zoo di 105, se non quella di procurare un paio di mesi di ticket mensa al fratello del protagonista (vedasi cognome del Carneade regista).

7 – L’estate addosso di Gabriele Muccino

L’unico a credere che lo stile mucciniano susciti ancora interesse è Muccino stesso. Con buona pace di Pasolini.

8 – Qualcosa di nuovo di Cristina Comencini

Beh, se intitoli un film così, poi devi mantenere la promessa. La Comencini che abbiamo sempre preferito è Francesca. Nel 2016 ancor di più.

9 – Mi rifaccio il trullo di Vito Crea

Recita la sinossi del film: “Una vicenda ispirata ad un fatto di cronaca, il furto di trulli“. Minchia!

10 – Bianconeri: Juventus Story di Mauro e Marco La Villa

E qui magari non sarete tutti d’accordo, ma chi se ne frega, la playlist l’ho compilata io.

 

The following two tabs change content below.

Rosario Gallone

Docente di regia a Pigrecoemme
Rosario è tra i fondatori della Pigrecoemme, dove si occupa soprattutto del corso di regia e dell'organizzazione dei corsi. E' autore della sceneggiatura di Isa 9000 (mediometraggio con Isa Danieli diretto da Angelo Serio), del montaggio di documentari e della regia di alcuni cortometraggi.

Ultimi post di Rosario Gallone (vedi tutti)

Commenta questo post